in

10 anni fa veniva a mancare il mitico Giorgio Gaber, un libro per ricordarlo

Il libro è una specie di viaggio nella vita del Signor G. accompagnati dal suo storico compagno di avventure e grande amico Sandro Luperini. Si parla dei tanti spettacoli che i due scrissero e fecero assieme in giro per l’Italia e dei retroscena e le curiosità che caratterizzavano la loro preparazione. Si parla tanto anche di Giorgio Gaber artista e personaggio ma anche del Signor G. lontano dalle scene, grande lavoratore ma sempre ironico, divertente ed anti-conformista.

Luperini descrive in dettaglio gli spettacoli singolari dell’artista dagli inizi degli anni ’70, un connubio di canto e teatro mai banale in cui Gaber stupiva ed irrideva con un ironia sottile ma comprensibile a tutti politici e viziacci del mondo Italiano di quegli anni. Si parla dei tanti duetti con artisti del calibro di Enzo Jannacci, amico fraterno e con Adriano Celentano, che l’accompagnò nel suo ultimo viaggio nel 2001 con lo spttacolo “125 milioni di caz…”

Presenza scenica micidiale ma anche grande talento musicale che venne scoperto per primo da Mogol, che gli assicurò il suo primo contratto con la Ricordi. Nel suo ultimo spettacolo cantò proprio il suo primissimo disco “Ciao ti dirò” assieme a Celentano che apre cofanetto di CD che contiene le 50 canzoni più rappresentative interpretate da cantanti come Renzo Arbore, Claudio Bagliani, Roberto Vecchioni, Lucio Dalla, Gianni Morandi, Jovanotti e tanti altri tra cui ovviamento lo stesso molleggiato e Jannacci.

Giorgio Gaber è stato un artista unico ed amatissimo, lo dimostra il fatto che furono oltre 10.000 le persone che vollero assistere al suo funerale e che il suo CD “Io non mi sento Italiano”, uscito dopo la sua morte, arrivò subito in cima alla hit parade.
Chissà come avrebbe deriso il clima di oggi, come avrebbe cantato la crisi e come ci avrebbe tirato su il morale oggi. Ci manchi tanto Signor G.! Lo ricordiamo con un vecchio video con alcuni suoi successi in cui sprizza la sua proverbiale energia.

Start Upper ed esperto di imprese tecnologiche, 42 anni, laurea e master ottenuto in Gran Bretagna. Vive a Livorno ma viaggia spesso tra Milano e Torino.

Terremoto Alaska 5 Gennaio 2013

Terremoto oggi negli Stati Uniti: violenta scossa in Alaska

Social Network Catmoji, cos’è e come funziona