di Federico Elboni

5 edizione Festival Italiano del Cinema Sociale – con la presenza di registi e attori


 

Il Cesvot di Arezzo propone la 5 edizione del Festival Italiano del Cinema Sociale, con la proiezione in concorso pellicole italiane che trattano argomenti di ambito sociale. Spazio anche per i bambini con la proiezione del film della Pixar “Up”.

Si è aperta ieri con la proiezione di “Scialla” la quinta edizione del Festival Italiano del cinema sociale ad Arezzo promosso dal Cesvot, a cui hanno partecipato anche i registi o gli attori protagonisti.

Quest’anno il programma è molto ricco, stasera alle 21.30 è prevista la proiezione de “Il papà di Giovanna”, opera del 2008 di Pupi Avati, candidato alla 65° Mostra del cinema di Venezia e che ha fruttato a Silvio Orlando la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile.
Fra gli attori anche Ezio Greggio, che per la prima volta recita un ruolo drammatico, senza neppure cavarsela male.

Da non perdere neppure “Cesare deve morire“, film girato dai fratelli Taviani, che racconta la messa in scena del Giulio Cesare di Shakespeare fatta dai detenuti del carcere di Rebibbia.

Per i più piccoli domenica doppia proiezione del Pixariano “Up“, un bel cartone animato per ricordare a bambini (e adulti) che gli anziani lungi da essere un peso nella società, sono persone con ricordi, storie, emozioni.

Molto bella l’iniziativa di proiettare i film anche presso la casa circondariale di Arezzo, con l’intento di coinvolgere i detenuti, che saranno anche parte della giuria del concorso ufficiale.

Puoi trovare maggiori informazioni sul sito ufficiale del Cesvot.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Correlati

Commenta via Facebook