in

730 precompilato 2018: come compilarlo, dove trovarlo e quale scadenza? La guida completa

L’Agenzia delle Entrate ha predisposto circa 30 milioni di modelli: i contribuenti possono scegliere se visualizzare (e presentare) il 730 o Redditi Pf. Nel modello precompilato che sarà reso disponibile nelle prossime ore – stando a quanto riportato da Il Sole 24 Ore –  si trovano i redditi da lavoro dipendente e pensione, i fabbricati e i terreni, gli affitti brevi, i redditi occasionali e una vasta gamma di spese detraibili o deducibili: interessi del mutuo, spese mediche, universitarie, funebri e (novità di quest’anno) rette per asili nido e donazioni alle Onlus. Ci sono anche i bonifici per lavori edilizi e risparmio energetico pagati nel 2017, compresi quelli in condominio, ma sono nel foglio informativo. Ecco le istruzioni per non perdere gli sconti fiscali.

Leggi anche: Tutte le info utili con UrbanPost

730 precompilato 2018: i numeri del primo giorno

Nella prima giornata, ci sono stati 211 mila accessi, contro i 150 mila dello scorso anno con un incremento del 45%. L’Agenzia delle Entrate ha predisposto circa 20 milioni di modelli 730 e 10 milioni di modelli Redditi, accompagnati da tutte le informazioni inserite e non inserite con le relative fonti. Per la prima volta, i cittadini potranno conoscere, nel dettaglio, anche come sono state utilizzate dallo Stato le imposte versate, ovvero come hanno contribuito a sanità pubblica, previdenza, istruzione, sicurezza, ordine pubblico, trasporti, cultura, protezione del territorio, ma anche la quota parte del debito pubblico o come si contribuisce al bilancio dell’Unione europea.

730 precompilato 2018: come accedere al servizio online?

Modello 730 precompilato 2018 istruzioni, come accedere al servizio online? Si può accedere con le credenziali di Fisconline rilasciate dall’Agenzia delle Entrate (Pin e password), con la Carta nazionale dei servizi (Cns) o tramite il Sistema pubblico di identità digitale (Spid). Chi ha il Pin dispositivo Inps può accedere dal sito dell’Istituto di previdenza; mentre i dipendenti delle pubbliche amministrazioni possono usare il portale Noipa.

730 precompilato 2018 documenti: cosa e come presentare?

Attenzione, chi presenta il 730 online, oltre alla certificazione unica 2018, deve conservare tutte le fatture, le ricevute e gli scontrini relativi a detrazioni e deduzioni (si può fare anche una scansione). I documenti vanno conservati fino al 31 dicembre 2023. Se si indicano le spese detraibili per lavori di ristrutturazione edilizia, risparmio energetico e mobili, meglio custodire i documenti fino al 31 dicembre 2033, in virtù del recupero decennale del bonus. Il modello online 730/2018 può essere presentato anche rivolgendosi a Caf e professionisti abilitati (commercialisti, consulenti del lavoro, eccetera), o tramite i sostituti d’imposta (datore di lavoro, ente pensionistico).

730 precompilato 2018 scadenza: fino a quando c’è tempo?

Qual è la scadenza del Modello 730/2018? Questo documento si può accettare, modificare e inviare a partire dal 2 maggio; il modello Redditi Pf dal 10 maggio. Mentre dal 28 maggio è possibile annullare il 730 già inviato e presentare una nuova dichiarazione. L’annullamento del 730 si può fare solo una volta e comunque entro il 20 giugno. Il 23 luglio è l’ultimo giorno utile per la presentazione del 730 online con il fai-da-te.

730 precompilato 2018: trattenute e rimborsi

Seguendo le istruzioni Modello 730/2018: se dalla dichiarazione emerge un credito, il rimborso viene di norma regolato nella busta paga o nel cedolino della pensione. Se c’è un debito, scatta una trattenuta (rateizzabile). Quando il contribuente non ha più un sostituto d’imposta (ad esempio perché ha perso il lavoro) può comunque presentare il modello 730 e ottenere dalle Entrate la liquidazione dell’eventuale rimborso.

Leggi anche: Dichiarazione dei Redditi 2018, tutte le info utili 

Replica Isola dei Famosi 2018 ultima puntata: dove vedere il video integrale

Ascolti tv: Isola dei Famosi 2018 battuta dalla replica di Montalbano