di Antonio Paviglianiti in ,

Abolizione Canone Rai: continua lo scontro Renzi – Calenda


 

Continua la polemica circa la promessa di Matteo Renzi per quanto concerne l’abolizione del canone Rai, ecco le ultimissime…

Abolizione Canone Rai

Continua la polemica sulla presunta “abolizione canone Rai” proposta negli scorsi giorni da Matteo Renzi. Il leader dei DEM, dopo aver inserito il Canone nella bolletta della luce ed aver contrastato l’evasione di questa imposta, vorrebbe provare a proporre l’abolizione del pagamento. Ma come? Berlusconi e gli altri avversari politici non concordano, così come Calenda…

Abolizione Canone Rai, Matteo Renzi commenta così

Su Facebook, Matteo Renzi commenta così le ultime notizie sulla presunta abolizione del Canone Rai: “Quando siamo arrivati al Governo, il #canoneRai costava 113€. Adesso costa 90€. Perché se pagano tutti, paghiamo meno. E  la lotta contro l’evasione è una delle battaglie di questo anno che rivendichiamo con maggiore forza.  Si può garantire il servizio pubblico abbassando il costo per i cittadini: mi sembra giusto e doveroso. E noi abbiamo la credibilità per farlo perché abbiamo iniziato ad andare in questa direzione. Continueremo.  Non ci interessano i proclami e le polemiche di giornata: per noi parlano i fatti. Avanti, insieme.”

Abolizione Canone Rai, nuovo attacco di Calenda

“Lo fanno ogni volta che devio dalla linea ufficiale o esprimo pensiero autonomo. Triste e squallido ma tutto sommato innocuo”. Così il ministro Carlo Calenda risponde su Twitter a chi gli fa notare che, sul canone Rai, “oggi abbiamo la truppa renziana che accusa Calenda di voler fare il premier delle larghe intese, difendendo Mediaset”. E poi, in un altro tweet, sottolinea che “sarebbe utile definire insieme il come e perché di un cambiamento di linea sul canone PRIMA di trasferirlo ai giornali”.

Leggi anche: Tutto sul Canone Rai 2018

Matteo Renzi pensa all’abolizione del Canone Rai

“Nella prossima direzione del Pd proporrò l’abolizione del canone Rai – annuncia Matteo Renzi, sceso ieri a Roma in gran segreto per un vertice al Nazareno con pochi fedelissimi -. La tv pubblica deve essere un diritto dei cittadini”. Un rilancio clamoroso contro una “brutta tassa”.

Come abolire il Canone Rai?

Il modo per ridurre progressivamente questo contributo è previsto nella seconda parte del progetto: i mancati introiti dovrebbero essere compensati da un aumento degli incassi pubblicitari, favorito dall’eliminazione del tetto che obbliga viale Mazzini a trasmettere spot per non più del 4% del tempo complessivo di programmazione. Mossa che andrebbe a colpire gli interessi delle aziende del Cavaliere di Arcore, Silvio Berlusconi.

Abolizione canone Rai, Calenda attacca Matteo Renzi

La proposta elettorale del leader dei democratici, tuttavia, è finita subito nel mirino di Carlo Calenda: “Spero che l’idea di abolire il canone RAI sostituendolo con un finanziamento dello Stato non sia LA proposta del @pdnetwork x campagna elettorale come riportato da @repubblica. I soldi dello Stato sono i soldi dei cittadini e dunque sarebbe solo una partita (presa) di (in) giro”, scrive su Twitter il ministro dello Sviluppo Economico.

In difesa di Matteo Renzi interviene il deputato Pd Michele Anzaldi, segretario della commissione di Vigilanza Rai, che twitta: “Caro Calenda, se tagliamo 1,5 mld spesa pubblica ed eliminiamo canone Rai i cittadini pagano meno. Altro che presa in giro: serve processo modernizzazione ed eliminazione sprechi unici in panorama tv con risparmio immediato 500mila euro. Far risparmiare cittadini come con stop Imu”.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook