di Redazione in

Actirastia, ovvero eccitarsi con il sole


 
MySecretCase.com

MySecretCase.com nasce nel 2014 come primo sexy shop online al femminile in Italia e da subito, tra blog, eventi e workshop “curiosi”, riesce ad affermarsi come punto di riferimento per una discussione a 360° sul mondo della sessualità. Il suo team 100% in rosa vi racconterà con ironia e puntualità tutto quello che ancora non sapete sulla grande “S”. Soddisfare la vostra curiosità sarà il nostro più grande piacere: ecco a voi dunque la ventesima “puntata” di Secret Love, buona lettura!

Secret Love

Chiamasi ACTIRASTIAil piacere erotico derivante dall’espozione ai raggi solari, tipico di molti nudisti o di coloro che amano prendere il sole in topless. Non si esclude una componente esibizionistica”. C’è, insomma, chi si eccita prendendo il sole, un po’ perché è “esposto”, un po’ perché il sole sulla pelle qualche effetto lo fa. Quale? Almeno tre.

Il sole aumenta la libido

Che l’estate sia tempo di flirt, è cosa nota. E non soltanto perché siamo in vacanza, più rilassati, più leggeri o semplicemente più “scoperti”, ma perché è scientificamente provato che il sole aumenta il desiderio. I raggi UV favoriscono infatti a livello cutaneo la produzione di vitamina D, uno dei maggiori corroboranti del testosterone, l’ormone del desiderio. Ne bastano 30 nanogrammi per millimetro di sangue per soddisfare l’apporto giornaliero di libido. Il testosterone, a sua volta, aumenta i feromoni, sostanze biochimiche presenti in tutti gli animali che, una volta espulse dalla pelle, inviano “segnali” di desiderio sessuale ai maschi della propria specie. Il sole, inoltre, accelera la produzione di serotonina, l’antidepressivo naturale più potente prodotto dal nostro cervello. Risultato? Un picco ormonale che, unito al relax, alla spensieratezza e all’energia della condizione di “vacanza”, ci rende decisamente più vogliosi. Peccato che poi da ottobre inizi una parabola discendente destinata a culminare nel drastico calo di febbraio, il mese con l’irradiazione solare più debole. Non a caso si è parlato di SAD, “Seasonal Affective Disorder”, il disordine emotivo dato dal cambio di stagione e dal protrarsi dell’inverno, da cui dipende la “Sick Building Syndrome”, l’insieme dei disturbi psico-fisici che colpisce chi lavora negli spazi di coworking lontano da fonti di luce naturale (mal di testa, spossatezza, ecc).

Sex on the beach: i sex toys per la spiaggia

Per la serie “quando più ci ricapita”, l’estate va quindi colta come momento unico ed esclusivo in cui dare fondo a tutta la nostra energia ed inventiva, un viaggio di maturità irripetibile ogni anno. Perché non approfittarne buttando dentro la borsa mare qualcosa di più del Burrocacao Bilboa? Sex toys immergibili da portare in acqua, ad esempio, come gli estivissimi vibratori Boho o i succhia-clitoride Womanizer, in assoluto il must have dell’anno. O addirittura, per i più arditi, i dildo con ventosa a prova di scoglio (dopo esservi accertati di essere su una caletta deserta, ovviamente). Insomma, godete e godetevela, prima che risuonino, tristissime, le note dei Righeira.

>> QUI TUTTE LE PUNTATE PRECEDENTI DELLA RUBRICA 

* In questo articolo alcuni prodotti possono essere citati per finalità commerciali.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook