in

Aereo fuori pista Fiumicino: Alitalia accusata di frode in commercio

Novità sul caso Carpatair-Alitalia. Gianfranco Amendola, procuratore di Civitavecchia, ha aperto un’altra inchiesta legata ai fatti di sabato sera quando un aereo di linea della Carpatair era uscito fuori pista causando numerosi feriti all’interno del velivolo.

Il nuovo fascicolo pende come una Spada di Damocle sulla testa della compagnia italiana. L’accusa parla di “ipotesi di reato per frode in commercio“. Sembra, infatti che Alitalia abbia venduto biglietti per voli affidati ad una compagnia diversa come fossero gestiti direttamente da essa. Il caso fa riferimento proprio alla tratta “incriminata” dopo l’incidente della settimana scorsa.

Infatti, è bene ricordarlo, nelle fasi successive all’incidente il velivolo presentava, al proprio esterno, i tratti distitivi della compagnia italiana mentre la mattina successiva gli stessi erano stati rimossi. Il tutto ha avvalorato l’ipotesi di reato mossa nei confronti di entrambi i protagonisti della vicenda e ha spinto la procura ad aprire un fascicolo nel merito.

Intanto, sono ancora in corso le perizie ed i chiarimenti sul caso il cui compito è stato affidato a Raffaele Brescia, consulente tecnico e maggiore dell’Aeronautica militare. Lo stesso Brescia sta studiando la dinamica dell’incidente onde risalire alle responsabilità dello stesso.

 

 

Written by Luigi Storti

Laureato in Economia Aziendale con Master in Corporate Finance presso la Business School de "Il Sole 24 Ore", ricopre il ruolo di Group Treasurer in una S.p.a. in Milano. Appassionato ed esperto di Finanza Aziendale, Strutturata,Mercati Azionari, Bilancio e Politiche Economico-Finanziarie.

Ibrahimovic ammette: ‘Messi è più forte di me’

Stasera in Tv: Le Invasioni Barbariche con Monti, Gramellini, Cabello e Berutti