di Antonio Paviglianiti in

Agenzia delle Entrate servizio Fai D.A. te per la riscossione della rottamazione cartelle: ecco come funziona


 

Agenzia delle Entrate servizio Fai D.A. te come funziona? Ecco tutte le novità sulla riscossione della rottamazione cartelle Bis

Agenzia delle Entrate servizio fai d.a. te

Arriva il servizio Fai D.A. te, la nuova proposta online di Agenzia delle Entrate-Riscossione per “rottamare a km zero” le cartelle sul web. Il servizio è appena partito e prova a dare un’accelerata alla rottamazione bis delle cartelle esattoriali. Fai D.A. te permette di richiedere l’elenco delle cartelle “rottamabili” e consente di presentare la domanda di rottamazione direttamente dall’area del portale dell’Agenzia delle Entrate: il vantaggio è che non servono pin e password. 

>>> TUTTE LE NEWS CON URBANPOST <<<

Agenzia delle Entrate servizio Fai D.A. te: perché questo nome?

Il servizio dell’Agenzia delle Entrate si chiama “Fai D.A. te”, con l’acronimo di Definizione Agevolata, e rappresenta una corsia preferenziale per risparmiare tempo e avere a disposizione gli strumenti per aderire alla cosiddetta rottamazione-bis delle cartelle. Per utilizzare questa strada basta andare sul sito www.agezientrateriscossione.gov.it.

Agenzia delle Entrate servizio Fai D.A. te: come funziona?

Agenzia Entrate – Riscossione, una volta entrati nel portale fiscale occorre scegliere l’area “Definizione Agevolata 2017”. Qui ci sarà un modulo online da compilare. Chi vuole aderire alla Definizione agevolata può presentare la domanda di adesione in quest’area apposita entro il 15 maggio 2018. Nel modulo online indicato sul sito occorrerà inserire i riferimenti alle cartelle o agli avvisi che si vogliono rottamare. Bisogna, inoltre, allegare i documenti di identità. Il servizio Fai D.A. te offre la possibilità di pagare in un’unica soluzione oppure a rate (sono cinque le rate complessive previste).

>>> COME CAMBIA LA ROTTAMAZIONE CARTELLE BIS 2018 <<<

Agenzia delle Entrate servizio Fai D.A. te: cosa fare dopo aver presentato domanda?

Cosa succede dopo aver presentato domanda con il servizio Fai D.A. te? L’Agenzia delle Entrate-Riscossione invierà una comunicazione entro il 30 giugno 2018:

  • di accoglimento della domanda contenente l’ammontare complessivo delle somme dovute ai fini della Definizione agevolata 2017, la scadenza delle eventuali rate e i relativi bollettini di pagamento;
  • di eventuale diniego.

È possibile effettuare il pagamento in un’unica soluzione. Gli importi dovuti possono essere ripartiti in un massimo di 5 rate di pari importo, la prima delle quali in scadenza il 31 luglio 2018 e l’ultima, il 28 febbraio 2019.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook