di Stephanie Barone in ,

Agevolazioni famiglia 2017: la guida completa a tutti i bonus


 

La Legge di Stabilità per il nuovo anno ha introdotto anche le agevolazioni famiglia 2017: ecco tutto quello che dovete sapere sui diversi bonus, cosa sono, chi può richiederli e come farlo.

Bonus Nido 2017

Agevolazioni famiglia 2017: tutti gli incentivi per mamma e papà

Con la loro introduzione grazie alla Legge di Bilancio di quest’anno, le agevolazioni famiglia 2017 sono ormai attive a tutti gli effetti ed è importante che mamme e papà sappiano a quali dei diversi bonus a disposizione possono accedere. Tutti i bonus sono direttamente richiedibili ed quindi erogati dall’Inps al quale bisogna inviare la domanda per farne richiesta. Ad oggi le agevolazioni introdotte o confermate dalla Legge di Bilancio sono il Bonus Bebè, il Bonus Mamma Domani, il Bonus Nido e i voucher baby sitter o i buoni nido.

Le agevolazioni famiglia 2017 si dividono sostanzialmente in due categorie: quelli che sono aperti a tutti i nuclei familiari e quelli che invece sono riservati alle fasce meno abbienti della popolazione italiana e che quindi, con un bambino in arrivo, hanno necessità di un aiuto in più. Ad ogni modo però, la filosofia degli incentivi della Legge di Bilancio 2017 ha voluto dare ampio spazio anche ai bonus aperti a tutte le famiglie poiché l’arrivo di un neonato in casa è una spesa importante alla quale bisogna far fronte.

=> Volete essere sempre aggiornati? Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook!

Agevolazioni famiglia 2017: i bonus disponibili per tutti

Il primo incentivo, introdotto ex novo quest’anno, è il Bonus Mamma Domani 2017, ovvero un premio alla nascita di 800 euro elargito dall’Inps a tutte le donne che ne fanno richiesta a partire dal settimo mese di gravidanza. Si tratta di una novità importante poiché tutte le donne che stanno per diventare madri potranno accedere a questo beneficio, dalla casalinga alla disoccupata ma anche le dipendenti o le lavoratrici autonome.

La stessa filosofia è stata pensata, non solo per far fronte alle spese della nascita, ma anche alle rette che le famiglie devono pagare all’asilo nido per poter tornare a lavorare. Per questo motivo tra le agevolazioni famiglia 2017 c’è anche il Bonus Nido; questo incentivo infatti può essere richiesto da tutte le famiglie che hanno un bimbo tra 0 e 3 anni iscritto all’asilo nido.  Accedendovi le famiglie potranno contare per tre anni (facendone richiesta annualmente) su 1000 euro all’anno con i quali sostenere le spese dell’asilo.

Una buona alternativa a questa soluzione sono anche i Voucher baby sitter – asilo nido per le mamme che vogliono tornare al lavoro, confermati nella Legge di Bilancio 2017. Questo incentivo è garantito però alle mamme che rinunciano a godere della maternità facoltativa: esse per sei mesi riceveranno quindi 600 euro al mese come aiuto al pagamento di una professionista o di una struttura che si occupi del proprio figlio. Questi ultimi due incentivi non sono fruibili contemporaneamente, quindi le famiglie dovranno scegliere l’opzione più adatta alle proprie esigenze.

Agevolazioni famiglia 2017: i bonus legati al reddito ISEE

Diversamente rispetto ai bonus finora presi in considerazione, la Legge di Bilancio ha riconfermato anche il Bonus Bebè 2017, che però è strettamente legato al reddito ISEE. Non tutte le mamme infatti possono fare richiesta all’Inps di questo incentivo, che invece è dedicato esclusivamente alle famiglie al di sotto di una fascia di reddito ben specifica. L’assegno mensile del valore di 80 euro è dedicato alle famiglie con un ISEE inferiore ai 25 mila euro mentre quello da 160 euro per i nuclei al di sotto dei 7 mila annui.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook

Parliamo di...