in

Agevolazioni fiscali montascale per disabili 2013

Per l’acquisto di veicoli, la legge prevede le seguenti agevolazioni: detrazione dall’Irpef del 19% per l’intero costo del veicolo; Iva agevolata del 4%; esenzione dal bollo dell’auto e dall’imposta di trascrizione. Possono usufruire dei seguenti vantaggi: i non vedenti e non udenti; disabili con handicap psichici e mentali; disabili pluriamputati o con gravi problemi di deambulazione;

agevolazioni per disabili

Per spese mediche ed assistenza specifica, la legge prevede una detrazione pari al 19% per spese non superiori ai 2.100 euro. In merito all’acquisto di determinati ausili tecnici ed informatici, si applica un’Iva agevolata del 4%. I mezzi sono i seguenti: servoscala o altri mezzi di deambulazione e sollevamento disabili; mezzi di natura meccanica, elettronica o informatica che aiutano l’autosufficienza, l’integrazione, l’accesso all’informazione e alla cultura, il controllo dell’ambiente, la comunicazione interpersonale per i portatori di handicap.

Detrazioni Irpef del 36% per l’eliminazione delle barriere architettoniche. La legge prevede: agevolazioni per montascale; acquisto di ascensori e rampe; realizzazione di strumenti che favoriscano mobilità interna ed esterna. Si ricorda che le spese volte all’eliminazione delle barriere architettoniche, rientrano negli interventi di ristrutturazione edilizia. Tali agevolazioni non possono essere fruite insieme a detrazioni del 19% a titolo per spese sanitarie riguardanti i mezzi necessari al sollevamento del disabile. Per le prestazioni di servizi relative all’appalto di questi lavori, si applica un’Iva agevolata del 4%.

Agevolazioni anche per non vedenti. La legge prevede una detrazione del 19% dall’Irpef per l’acquisto di un cane guida e detrazione di 516,46 euro per il mantenimento dell’animale. Iva agevolata al 4% per non vedenti ed ipovedenti per l’acquisto di giornali, quotidiani, libri, periodici e notiziari realizzati in scrittura braille o supporti audiomagnetici.

Per i sordi, la legge prevede detrazioni del 19% per spese sostenute per servizi di interpretariato.

Written by Claudio Di Bona

Nato alle pendici del Vesuvio nel 1986, Diplomato al Liceo Scientifico di Gragnano (la Città della Pasta) e Laureato in Scienze della Comunicazione a La Sapienza di Roma. Appassionato di tecnologia, segue con particolare attenzione i mondi Apple ed Android ed i Social Network di Facebook e Twitter.

Astensionismo: il nuovo problema della politica

Chiara Galiazzo a Sanremo 2013 dopo la vittoria di X Factor