in

Agricoltura urbana: a Roma la Tangenziale potrebbe diventare “green”

È stata l’architetto danese Nathalie Grenon a mettere in piedi un progetto “green” che potrebbe convertire la tangenziale Est della Capitale – da Batteria Nomentana fino alla stazione Tiburtina – in uno spazio dedicato all’agricoltura urbana.

giardini creativi concorso

1.700 metri di orti, parchi, stazioni di bike sharing e piste ciclabili: questo e molto altro nel progetto “Agricoltura urbana in Tangenziale – Coltiviamo la città”, che potrebbe mutare la sopraelevata – la cui demolizione è in programma entro il 2016 – in un’idea ecologica all’avanguardia.

L’architetto danese si è ispirato al prototipo dell’“High Line” di New York. L’idea avveniristica comprenderebbe anche un vigneto, un mercato rionale dove si vendono i prodotti locali, campi sportivi e un centro conferenze coperto dal fotovoltaico.

Il progetto, sostenuto da Campagna amica della Coldiretti ed approvato dalla Commissione Politiche Comunitarie di Roma Capitale, prevede lo stanziamento di 9 milioni di euro e poco meno di due anni per la sua realizzazione. Data l’impossibilità di inserirne il finanziamento nel bilancio comunale, si sta lavorando perché venga realizzato almeno in parte con i fondi dell’Unione Europea.

Una buona notizia, che lascia aperta la possibilità di intervenire analogamente in altri spazi della città stimolando creatività e rispetto ambientale.

(fonte: Labsus; autore dell’immagine: Katy Silberger, da Flickr.com o da wikipedia.org )

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Adozioni

Savona, Onlus fantasma e false adozioni: aperta un’inchiesta

BolognAltruista, un portale per trovare il volontariato che fa al caso tuo