in

Alberto Azzi scomparso nel Bolognese è stato trovato morto: dov’era il cadavere

Alberto Azzi scomparso a Sasso Marconi (Bologna) è stato ritrovato morto. L’agente immobiliare di 59 anni aveva fatto perdere le sue tracce lo scorso 29 maggio, poche ore fa la terribile svolta nelle indagini. A quanto si apprende, si tratterebbe di suicidio. A trovarlo i carabinieri in uno degli appartamenti che Azzi doveva vendere e di cui aveva le chiavi. I vicini di casa da giorni sentivano un cattivo odore provenire dall’appartamento, così, allarmati, hanno contattato il  112 e il precedente inquilino in possesso delle chiavi dell’appartamento.

Una volta fatto ingresso nella casa, hanno trovato il cadavere, secondo i militari la morte potrebbe essere avvenuta a ridosso della scomparsa denunciata il 30 maggio alla stazione di Sasso Marconi. Accanto al corpo, si apprende, non sarebbero stati trovati biglietti e le ragioni dell’estremo gesto sono tuttora al vaglio dei carabinieri che, sempre secondo le prime indiscrezioni che stanno emergendo in queste ore, non escludono l’ipotesi dei problemi economici.Le ricerche di Azzi, dopo la scomparsa, sono iniziate subito e non hanno escluso nessuna zona del territorio. Del caso si era occupata la trasmissione televisiva ‘Chi l’ha visto?’, cui i familiari si erano rivolti.

Leggi anche: Alberto Azzi scomparso nel Bolognese: fuga progettata nei dettagli? Cosa è emerso finora

Le agenzie di stampa riferiscono che “Il cadavere di Alberto Azzi, l’agente immobiliare di Sasso Marconi scomparso dal 29 maggio scorso, è stato ritrovato dai Carabinieri della stazione di Sasso nel pomeriggio di venerdì scorso nella cantina di un appartamento che si trova in una traversa di via Ponte Albano, una delle vie centrali del paese che porta alla stazione”. L’uomo dunque non si era mai allontanato dalla città. Nessun dettaglio trapela sulle modalità in cui si sarebbe tolto la vita. Pronto il cordoglio espresso ai familiari ieri dal sindaco Stefano Mazzetti: “Lo conoscevo molto bene era un professionista molto stimato. Sapeva fare bene il suo lavoro. In passato aveva avuto problemi di salute, ma nulla faceva presagire il peggio”, ha detto Renzo Corti, assessore ai Lavori pubblici di Sasso.

Sai cosa accade ad un corpo quando viene cremato? Ecco tutto ciò che devi sapere

Assunzioni vigili urbani Milano 2018: 22 posti di lavoro, ecco requisiti, prove e scadenze domanda (GUIDA COMPLETA)