in ,

Aldo Moro morte: il ricordo di Rete 4 dei cinquantacinque giorni più difficili dell’Italia

Rete 4 ricorda i cinquantacinque giorni più difficili dell’Italia e la morte di Aldo Moro. A quarant’anni dal rapimento la terza Rete Mediaset è pronta ad occuparsi della recente storia italiana. Oggi, venerdì 16, il Generale Mario Mori sarà ospite di Quarto Grado, il programma di Gianluigi Nuzzi. A seguire andrà in onda il docufilm intitolato Generale Mori, un’italia a testa alta. Domenica 18 marzo, invece, andrà in onda la miniserie targata Taodue ed intitolata Aldo Moro – Il presidente.

Photo Credits: @Twitter

Aldo Moro morte i 55 giorni più difficili della storia italiana: gli appuntamenti su Rete 4

Grandi appuntamenti su Rete 4 per analizzare in maniera approfondita 55 giorni più difficili della recente storia italiana, quelli del sequestro di Aldo Moro. La Rete, diretta da Sebastiano Lombardi, tornerà a quel periodo drammatico della storia del Paese grazie alle messa in onda di alcuni appuntamenti speciali. In primis il generale Mario Mori – allora Comandante della Sezione Anticrimine del Reparto Operativo di Roma, in prima linea nella lotta contro il terrorismo – parlerà con Gianluigi Nuzzi durante la diretta di “Quarto Grado”. Dichiarazioni inediti e di grande interesse verranno rilasciare dall’uomo protagonista, poi, del docufilm in onda successivamente, un docuflm scritto dal Colonnello Giuseppe De Donno e diretto da Ambrogio Crespi.

Rete 4: la programmazione del 18 marzo

Come annunciato, invece, domenica 18 marzo, in seconda serata, andrà nuovamente in onda la miniserie “Aldo Moro – Il presidente” prodotta da Taodue. Nel cast vi sono: Michele Placido, con Marco Foschi, Libero De Rienzo, Donatella Finocchiaro, Valentina Carnelutti, Giulia Michelini, Massimo De Rossi, Diego Verdegiglio, Gigi Angelillo, Ninni Bruschetta e Gaia Zoppi. La trama è incentrata su quanto accaduto quarant’anni fa, poco dopo le 9 del mattino, in via Mario Fani, nel cuore di Roma, quando venne rapito il presidente della Democrazia Cristiana Aldo Moro. Nell’agguato, rivendicato dalle Brigate Rosse, persero la vita le cinque guardie del corpo: Raffaele Iozzino, Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Giulio Rivera e Francesco Zizzi. Poco dopo Nei palazzi del potere, ma anche nelle strade di tutta Italia, si respirava profonda angoscia e la tensione era alle stelle.

Monza: autista sospeso dal lavoro tenta di uccidere il suo titolare, arrestato

Morte Renata Rapposelli

Renata Rapposelli news: testimonianza farmacista perde consistenza, ecco perché