in

Alessandra Appiano morte: l’ultimo post su Facebook mette i brividi, un grido di dolore tra le righe

Alessandra Appiano è morta. La nota scrittrice amatissima dal pubblico si sarebbe tolta la vita ieri, 3 giugno, a Milano. Secondo quando trapela la giornalista volto noto della televisione, scrittrice e dispensatrice di consigli, esperta del mondo femminile in tutte le sue sfaccettature, avrebbe deciso di suicidarsi con modalità e per motivi non noti. Un fulmine a ciel sereno per gli amici e i colleghi che la conoscevano bene, che con lei avevano lavorato e che la frequentavano nella vita privata. Una donna brillante, intelligente, sempre positiva e all’apparenza serena ma che evidentemente nel suo intimo stava male.

Sgomento tra i volti noti dello spettacolo, che non si capacitano di quanto accaduto, molti dei quali erano all’oscuro de malessere che attanagliava la scrittrice. Un dolore intimo, non condiviso. Con queste parole stamani Rita Dalla Chiesa, che conosceva bene Alessandra Appiano, con la quale aveva anche collaborato, ha ammesso di essere stata all’oscuro di tutto. “Ho ricevuto tanti di quei messaggi da lei, pieni di cuoricini … era sempre solare, disponibile, gentile”, ha detto la conduttrice, che quasi con senso di colpa si è rimproverata per non essere riuscita a captare il malessere della scrittrice, e grande amica. Alessandra Appiano non si era confidata, aiutava le altre donne ma, evidentemente, quando ha avuto bisogno lei di aiuto non lo ha chiesto. Ha vissuto privatamente i suoi problemi culminati ieri nella maniera più tragica.

Potrebbe interessarti anche: Scomparsa Rossella Corazzin news: spunta una testimone che vide i presunti assassini

Alessandra Appiano forse era stanca, stava vivendo un periodo di estrema fragilità, non ha retto. La sua una rinuncia ad essere sempre e comunque una “wonder woman”, come lei stessa ha scritto in un post, il penultimo, pubblicato sul suo profilo Facebook il 26 aprile scorso, dove si legge tanta tristezza e malinconia oltre l’apparente amarezza per un impegno di lavoro cui lei teneva tanto, saltato per colpa del ritardo del treno. La mancata partecipazione a un evento, tanta delusione che, leggendo oggi quelle parole, dice anche ‘altro’. “Lo sapevo: mai anticipare nulla. Soprattutto riguardo una cosa a cui tieni. Domani non potrò parlare de “Il bicchiere mezzo pieno” a Storie Italiane, perché il “simpatico” Italo mi comunica ora via sms che il treno con cui sarei dovuta partire stasera è in ritardo di 80 minuti. Arrivare a mezzanotte a Roma, affannarmi alla ricerca di un taxi, trovarmi in hotel a un orario in cui non posso più nemmeno cenare, alzarmi domattina all’alba per trucco e parrucco stravolta di stanchezza non lo riesco a fare… Per la prima volta in vita mia getto la spugna su un impegno di lavoro. Vuol dire che devo prendere atto di essere troppo stanca. E che devo prendermi cura di me, e volermi bene anche da negazione della wonder woman. Un abbraccio a tutti gli esseri umani che si sentono fragili in questo periodo…”. Una fragilità che in primis, evidentemente, era la sua. 

ultimi sondaggi politici 2018 governo conte

Giuseppe Conte compagna, chi è Olivia Paladino: la bellissima ‘first Lady’ italiana

gabriele-corsi-età-altezza-peso-moglie-figli

Gabriele Corsi età, altezza, peso, moglie, figli, carriera: tutto sul nuovo conduttore di Reazione a Catena