in ,

Alessandria famiglia morta intossicata in casa: trovati tre cadaveri a Vignole Borbera

Alessandria tragica fine per un’intera famiglia: marito, moglie e figlio maggiorenne sono deceduti oggi, 8 gennaio, molto probabilmente intossicati da monossido di carbonio. L’allarme è scattato nel pomeriggio, ma secondo le informazioni che stanno trapelando in questi minuti il decesso dei tre potrebbe risalire alla notte scorsa. Il dramma si è consumato in un’abitazione sita a Vignole Borbera, nell’Alessandrino. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco, i carabinieri e i sanitari del 118 che non hanno potuto far altro che constatare la presenza in casa dei tre cadaveri.

Un’intera famiglia ha perso la vita, e per quanto le cause dell’accaduto siano ancora in corso di accertamento, tutto lascia supporre che i tre siano rimasti intossicati da monossido di carbonio sprigionato da una stufa. Si è trattato probabilmente di un malfunzionamento di una caldaia a metano che ha sprigionato le esalazioni di monossido. Le vittime sono Luca Baroni, di 47 anni, che si trovava in casa con il figlio Mattia di 19 anni e la sua compagna, Mariangela Mele, di 44 anni. La donna era molto conosciuta in paese, dove si era trasferita da poco, e faceva la parrucchiera a Gavi. L’unica superstite è la sorellina del ragazzo, che non si trovava in casa.

Potrebbe interessarti anche: Val d’Aosta valanga strada Cogne, di nuovo isolata Cervinia: la situazione

Un familiare oggi intorno alle 15 ha chiamato forze dell’ordine e vigili del fuoco, preoccupato perché padre e figlio non rispondevano al cellulare. Giunti sul posto, i vigili del fuoco hanno dovuto forzare la porta per riuscire ad introdursi nell’abitazione. Le salme saranno trasferite a breve nel locale obitorio per gli accertamenti di rito.

Grande Fratello Valeria Marini

Valeria Marini a Pomeriggio 5: Vittorio Cecchi Gori sta meglio

SPARATORIA NEL REGGINO OGGI

Nuoro: 14enne ucciso da colpo di fucile alla testa, lo sparo sarebbe partito per sbaglio