in

Alessandro Fiori morto a Istanbul: la vera causa del malore e il giallo del messaggio in codice

Alessandro Fiori trovato morto a Istanbul ultime notizie: vanno avanti anche in Italia le indagini sul misterioso decesso dell manager 33enne di Soncino (Cremona), partito il 12 marzo per la Turchia, dove aveva programmato di restare un paio di giorni, e trovato cadavere la mattina del 29 a Sarayburnu, area portuale di Istanbul. Secondo gli inquirenti italiani – stando alle nuove indiscrezioni degli ultimi giorni – Fiori non avrebbe mai avuto un infarto (come invece ipotizzato dalla prima ora dalla polizia turca) bensì un semplice calo glicemico dovuto al diabete, che curava con delle pillole. Lo rivelano fonti turche vicine ai medici e alla polizia. Questo spiegherebbe il perché dopo un malore accusato in strada, il 33enne fu portato in ospedale e dimesso poche ore dopo. Se ciò venisse appurato perderebbe peso l’ipotesi del malore (e presunto attacco cardiaco) che lo avrebbe fatto cadere accidentalmente dalla scogliera.

trovato morto a istanbul

Oltre alla profonda e sospetta ferita nella parte posteriore del capo, che secondo la seconda autopsia fatta in Italia sarebbe incompatibile con una caduta, c’è anche da risolvere il mistero dello strano ed incomprensibile codice scritto in un pezzetto di carta da Alessandro e lasciato al tassista: “NO PLANE BCD NO STATION”. Le domande al riguardo sono tante: che cosa significano le parole sul biglietto che aveva Alessandro Fiori? Erano una richiesta di aiuto? Perché è saltato fuori solo dopo il ritrovamento del corpo?

Leggi anche: Alessandro Fiori morto a Istanbul news autopsia: profondo solco in testa, ipotesi tendente

Occorre inoltre chiarire cosa abbia fatto dal giorno della scomparsa alla morte e con chi sia stato. Dove era diretto il giorno 15, una volta uscito dall’ospedale? Sul conto non aveva denaro perché è stato trovato vuoto, era senza documenti e (forse) anche senza cellulare. E’ stato derubato? Per comunicare con il tassista avrebbe usato il bigliettino di cui sopra, senza parlarci direttamente. “No plane, bcd no ariport”: l’interpretazione più accreditata sarebbe questa: “Non portarmi all’aeroporto, né alla stazione. Portami alla Bcd Travel”, ma di ciò al momento non si avrebbe certezza. La Bbc Travel è un’agenzia di viaggi internazionale, con una grande filiale proprio a Istanbul, al di là dello stretto. Forse Alessandro stava cercando di tornare a casa?

WWE Raw, inizia un nuovo ciclo: il ritorno di Bobby Lashley, l’esordio di Ember Moon e il rientro di Samoa Joe e Jeff Hardy

Porsche Formula E

Formula E, nel 2019 anche Porsche avrà la sua monoposto elettrica