in

Alessandro Fiori morto a Istanbul news indagini: i soldi rubati e il ruolo del tassista, ci sono novità

Alessandro Fiori morto a Istanbul: svolti i funerali del manager cremonese 33enne di Soncino, partito il 12 marzo per la Turchia, dove aveva programmato di restare un paio di giorni, e trovato cadavere la mattina del 29 a Sarayburnu, area portuale di Istanbul, i familiari sono più che mai determinati ad arrivare alla verità. “Non molliamo la presa. Abbiamo un avvocato a Istanbul, incaricato di seguire la situazione”, queste le parole del padre Eligio a Il Giorno, “Noi siamo convinti che sia capitato qualcosa di poco chiaro e che a innescare tutto quanto sia stato il tassista che prima ha accompagnato Alessandro in albergo e poi lo ha derubato, lasciando portafogli e cellulare nel cestino davanti all’albergo”L’ultima segnalazione in vita del 33enne risale a lunedì 26 marzo. “È stato visto nel quartiere di Topane, che sta vicino al consolato. Probabilmente Alessandro, debilitato e senza riferimenti, stava cercando proprio di arrivare lì, al consolato italiano”, si ipotizza nel tentativo di fare ritorno a casa.

istanbul italiano morto

Trovato morto a Istanbul: le incongruenze nella ricostruzione della polizia turca

La polizia turca da subito ha parlato di possibile attacco cardiaco quale causa del decesso, quindi della rovinosa e accidentale caduta in mare, quindi la morte per annegamento. Ricostruzione che la famiglia Fiori non accetta, e della quale mette in evidenza le incongruenze: “Se così fosse l’autopsia l’avrebbe subito rivelato. Un infarto rompe il cuore; l’annegamento mette acqua nei polmoni. Se non sono stati trovati questi elementi, in un primo tempo accreditati, evidentemente c’è dell’altro“, ha precisato Eligio Fiori a Il Giorno. Alessandro potrebbe essere morto il 26 marzo. “Prima ha vagato per dieci giorni senza meta, confuso e debilitato. Noi non siamo riusciti a intercettarlo. Poi, che cosa sia successo il 26 non lo sappiamo. Ma di certo non ha avuto un infarto o si è buttato nel Bosforo”. L’attenzione investigativa è tutta puntata sulla profonda ferita alla nuca riscontrate nel corso delle due autopsie: “Un profondo taglio che parte dalla nuca ed è lunga una spanna. Pensiamo che sia la causa della morte”.

Leggi anche: Alessandro Fiori morto a Istanbul: la vera causa del malore e il giallo del messaggio in codice

trovato morto a istanbul

Morte Alessandro Fiori: a Roma si indaga per omicidio, in Turchia no

Intanto vanno avanti le indagini sia in Turchia che in Italia. La polizia turca ha fermato il primo tassista che accompagnò Fiori in albergo, ma lo avrebbe accusato solo di furto e non di omicidio. Per la Procura di Roma, invece, Alessandro Fiori sarebbe stato assassinato, ma da chi?

 

Pesaro, bimba di 7 mesi muore nel giorno del battesimo

Pesaro, bimba di 7 mesi muore nel giorno del battesimo

È morto il sergente Hartman di Full Metal Jacket: addio a Lee Ermey