di Michele Iacovone in ,

Alimentazione sana:10 cibi che creano più dipendenza e come smettere di mangiarli


 

Un’alimentazione sana necessita di cibi capaci di fornire il giusto apporto di sostanze nutritive: ecco 10 cibi che creano dipendenza

Alimentazione sana, i 10 cibi che creano piu dipendenza e come smettere di mangiarli

Patatine fritte, gelato, hamburger succulenti, quando la gola chiama è difficile resisterle. Un’alimentazione sana è il punto di partenza per una salute di ferro, ma esistono cibi che possono creare dipendenza e, di conseguenza, diversi danni all’organismo. A questo proposito, Time ha pubblicato una lista di cibi sui quali fare attenzione, stilata dalla neuroscienziata Nicole Avena. Questi alimenti, essendo dotati di un contenuto ben combinato di carboidrati raffinati, come zucchero o anche grassi aggiunti, possono stimolare il nostro cervello a diventare dipendente.

Pizza: maggiore è l’elaborazione di questo alimento, più alte sono le probabilità di sviluppare una dipendenza. Il modo migliore per evitarla è mangiare pizze semplici prodotte con impasti integrali e senza troppo formaggio.

Biscotti: spesso quelli in commercio sono pieni di zucchero, un alimento capace di creare dipendenza. Per evitarla, meglio produrre biscotti caserecci, in modo tale da poter tenere sotto controllo l’apporto di zuccheri.

Patatine fritte in sacchetto: come tutti sanno, una tira l’altra e questa caratteristica è data dall’eccessiva quantità di sale presente nell’alimento. Meglio scegliere patatine con contenuto di sale minore.

Patatine fritte: soprattutto quelle da fast food, è difficile non finirle subito. Anche in questo caso, però, il rischio dipendenza è dietro l’angolo a causa dell’eccessivo contenuto di sale.

Pollo fritto: il problema di questo alimento non è il pollo in sé o la sua carne. Ciò che può creare dipendenza è la sua frittura, quindi sarebbe meglio limitarne il consumo.

Torte: che siano alle carote, al cioccolato, o ad altri gusti un po’ troppo golosi, meglio cercare di dire di no qualche volta, come suggerisce la dottoressa Avena.

Cheeseburger: non sarebbe male evitare il pane, e gustarsi la carne con le verdure. Quello che bisogna cercare di fare, però, è evitare gli hamburger da fast food.

Cereali: il vero nodo qui non è propriamente questo alimento, ma il suo contenuto di zucchero quando lo si usa per la colazione. Oltre a cercare dei cereali che non contengano più di 4 grammi di zuccheri, sarebbe meglio evitarli qualche volta.

Gelato: anche per il girato vale la stessa regola dell’uno tira l’altro, in questo caso si parla di cucchiaini che riusciranno a farvi finire un’intera vaschetta. Meglio comprare confezioni più piccole e dire di no qualche volta.

Cioccolato: tutti lo sanno ormai, questo alimento crea dipendenza. Quindi sarebbe meglio evitare o limitare il consumo di cioccolato al latte, più ricco di grassi e optare per la versione fondente.

* Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook