in

Alzate donna scomparsa news: qualcuno l’ha vista e riconosciuta, ecco dove

Cinzia Parpagiolla scomparsa ad Alzate, in provincia di Como: finora senza esito le ricerche della donna di 53 anni che la mattina dello scorso venerdì, 22 giugno, ha fato perdere le sue tracce, La donna infatti, quando è uscita di casa ha detto che si sarebbe recata al centro commerciale Bennet di Anzano del Parco per un appuntamento in un salone di acconciature, dove in realtà non è mai arrivata. Cosa è accaduto lungo il tragitto? Le è successo qualcosa oppure ha mentito intenzionalmente?

I familiari sono molto preoccupati ed invitano chiunque la incontri a mettersi immediatamente in contatto con i Carabinieri e/o chiamare il numero 3428092497. La signora Cinzia si è come dissolta nel nulla. La 53enne venerdì mattina è uscita di casa al volante della sua Opel “Agila” nera targata  CM 668 MJ. Erano circa le 9 del mattino: da allora i familiari non hanno più notizie.Quando si è allontanata da casa, venerdì mattina, era vestita con un paio di pantaloni neri, scarpe nere maglietta nera con fiori gialli.

Potrebbe interessarti anche: Alzate donna scomparsa: “Vado dal parrucchiere”, invece svanisce nel nulla

Apprendiamo dalle ultime indiscrezioni sul caso che qualcuno l’avrebbe vista. La donna sarebbe stata avvistata sul lungolago a Como da alcuni conoscenti nel pomeriggio. Le ricerche sono proseguite per l’intera giornata di oggi senza alcun esito. Così riferisce La Provincia di Como: “Adesso una traccia c’è: lo stesso giorno della scomparsa, nel primo pomeriggio, è stata avvistata a Como, sul lungolago. Una segnalazione più che fondata, perché a vederla e a riconoscerla con certezza, tanto da essersi scambiati un saluto, sono stati amici di famiglia. Le ricerche, quindi, ora si spostano anche lì. La speranza è che possano arrivare altre e più recenti segnalazioni e che a dare un aiuto per ritrovarla possano essere le tante telecamere disseminate nei Comuni del Comasco e che rilevano le targhe delle auto di passaggio”. Per segnalazioni utili contattare i Carabinieri di Cantù allo 031.7182900, il 112 oppure il numero di telefono lasciato dai familiari 342.8092497.

Referendum abrogativo contro la buona scuola

Scuola, arriva anche al MIUR la piattaforma dei comitati di docenti esiliati ed immobilizzati: “Siamo stanchi, ecco cosa chiediamo”

caso mario biondo news

Morte Mario Biondo news: procura generale dispone nuovi accertamenti