di Michele Iacovone in ,

Alzheimer: in arrivo nuovi farmaci in grado di rallentarne la progressione


 

Grazie agli studi sempre più mirati, nell’immediato futuro verranno sviluppati farmaci contro il Morbo di Alzheimer sempre più specifici, soprattutto a seguito degli studi sulla proteina Tau

Alzheimer, in arrivo farmaci piu mirati grazie ai nuovi studi scientifici

La ricerca sul Morbo di Alzheimer non si è mai arrestata, anzi, gli scienziati da tempo studiano la famosa proteina Tau, di cui ormai sappiamo ogni cosa, ad esempio che la malattia si sviluppa anche a causa della sua degenerazione: la patologia, infatti, si manifesta proprio con la modificazione della proteina stessa a livello strutturale. Questa genera filamenti che, letteralmente, soffocano le pareti cerebrali provocando poi i classici sintomi.

Ora, grazie alla fotografia microscopica, gli scienziati hanno potuto osservare la struttura della proteina Tau a livello atomico modificata dal Morbo di Alzheimer. La tecnica utilizzata si chiama criomicroscopia elettronica e può permettere ai ricercatori di studiare la proteina a temperature molto basse. In questo modo è possibile osservare tutti i cambiamenti che avvengono nella proteina e questo, nell’immediato futuro, porterà allo sviluppo di farmaci mirati e più efficaci contro la malattia.

Come ha spiegato il professor Scheres, coordinatore dello studio: “Creare nuovi farmaci è come sparare al buio se non si conosce esattamente la struttura della patologia. Ora invece possiamo fare molto di più, siamo entusiasti. Il prossimo passo sarà quello di utilizzare queste informazioni per studiare i meccanismi della neurodegenerazione in generale“.

* Il contenuto riportato è di carattere orientativo a fini informativi: non sostituisce diagnosi e trattamenti medici. Non deve essere utilizzato per prendere decisioni in merito ad assunzione o sospensione di terapie farmacologiche e non può sostituire il parere di un professionista afferente a qualsiasi disciplina medico scientifica autorizzata.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook