in

Annamaria Tabellione scomparsa a Pescara: è suo il cadavere trovato in spiaggia a Termoli

Appartiene ad Annamaria Tabellione il cadavere ritrovato ieri pomeriggio sulla battigia del lungomare Cristoforo Colombo a Termoli, nelle Marche. Il riconoscimento del corpo da parte dei familiari è avvenuto ieri sera intorno alle 21 nell’obitorio del San Timoteo alla presenza degli agenti del Commissariato. Terminato il primo e superficiale esame cadaverico, il magistrato ha disposto l’autopsia per capire le cause di morte della donna, scomparsa dallo scorso 9 febbraio.

Dopo il riconoscimento i familiari di Annamaria sono stati sentiti negli uffici della Polizia dal dirigente del Commissariato Vincenzo Sullo, impegnato nelle indagini, al fine di chiarire i fatti, ma soprattutto le ultime ore di vita della donna. Della scomparsa di Annamaria Tabellione, sposata e madre di due figli, si era occupato anche il programma di Rai 3, Chi l’ha visto? e UrbanPost ne aveva dato notizia: la signora in oggetto, allontanatasi da casa poco dopo le 4 del mattino dello scorso 9 febbraio, aveva 55 anni e viveva nella frazione Musellaro di Bolognano, nel pescarese. E’ andata via di casa, pare dopo una lite con il marito, a bordo della sua Renault Clio vecchio modello di colore rosso. Indossava un paio di stivaletti alti al momento della scomparsa, jeans e giubbotto.

Termoli cadavere di donna in spiaggia: potrebbe trattarsi della scomparsa Annamaria Tabellione

Da subito ieri, dopo il ritrovamento del cadavere in spiaggia, si era ipotizzato che si trattasse proprio di lei, come riferito all’Ansa dal procuratore di Larino (Campobasso), Antonio La Rana: “Coincidenze sull’altezza, alcuni connotati fisici ma non c’è ancora certezza che si tratti della donna abruzzese almeno fino a quando non ci sarà il riconoscimento da parte dei parenti”. Poi il riconoscimento è avvenuto ed ha confermato la terribile ipotesi. Non è escluso che il corpo possa essere arrivato via mare sulla spiaggia nord di Termoli dall’Abruzzo. “In tre giorni potrebbe essere possibile, dipende dalle correnti marine” – ha precisato il Procuratore di Larino – “Tre giorni non sono pochi”. Dalle poche indiscrezioni emerse, pare che il cadavere non presentino lesioni o segni di violenza e non sarebbe in stato di decomposizione, ciò fa ipotizzare che il decesso sia avvenuto di recente.

 

Legge elettorale 2018 modifiche collegi

Elezioni 2018 news, come funziona la Legge Elettorale in vigore? Le linee guida e i punti cardine

carabinieri

Concorso Carabinieri bando 2018: previste novità venerdì 16 febbraio? Le ultimissime con requisiti e posti disponibili