in ,

Anticipazioni Quarto Grado 16 marzo 2018: l’omicidio di Alessandro Neri

Cosa dicono le anticipazioni di Quarto Grado per la puntata del 16 marzo 2018? Gianluigi Nuzzi, venerdì sera, dalle 21.20 circa, nella prima serata di Rete 4, si occuperà dell’omicidio di Alessandro Neri, il giovane di Pescara trovato morto qualche giorno fa. Chi lo ha ucciso? Cosa è successo nelle sue ultime ore di vita? Gli inquirenti stanno lavorando duramente per poter assicurare il colpevole alla giustizia ed accertare come si siano svolti i fatti. Il caso di Pescara, però, sembra essere diventato un vero e proprio giallo. A cosa porteranno le indagini serrate sulla famiglia?

pescara alessandro neri news

Anticipazioni Quarto Grado 16 marzo 2018: il nuovo caso

Nel nuovo appuntamento con Quarto Grado, secondo le anticipazioni del programma di Rete 4, Gianluigi Nuzzi ed Alessandra Viero si occuperanno del giallo di Pescara. Il ventinovenne Alessandro Neri è stato rinvenuto senza vita giovedì 8 marzo in un canale alla periferia del capoluogo abruzzese. Cosa gli è accaduto? Chi può averlo ucciso? Per ora si sa solo che il giovane è stato freddato da due colpi di pistola: uno al torace e uno  alla testa. Il suo cadavere è stato ritrovato seduto sulla riva con il cappuccio della felpa alzato. Gli inquirenti hanno iniziato fin da subito a scandagliare la vita della vittima, ma anche la storia patrimoniale della sua famiglia, per capire se alla base di questo delitto possa esserci un movente economico. Nella villa del nonno, intanto, i carabinieri hanno sequestrato due auto che verranno analizzate con molta attenzione.

Quarto Grado facebook

Anticipazioni Quarto Grado 16 marzo 2018: la strage di Cisterna di Latina

L’omicidio di Alessandro Neri non sarà l’unico caso che verrà trattato nella nuova puntata di Quarto Grado. Gianluigi Nuzzi aggiornerà i telespettatori sugli sviluppi della strage di Cisterna di Latina,. Il carabiniere Luigi Capasso ha sparato contro la moglie Antonietta Gargiulo, ferendola in modo grave, e ha ucciso le due figlie prima di togliersi la vita. La moglie, ancora in ospedale, non è più in pericolo di vita. In questi ultimi giorni di grande dolore, in cui gli psicologi e i familiari hanno detto ad Antonietta che le sue due figlie non c’erano più, si sono accese sempre di più le polemiche sugli esposti presentati, invano, dalla donna negli ultimi mesi e sulle tempistiche d’intervento delle forze dell’ordine. Era una tragedia che si poteva evitare? 

Ballando con le Stelle 2018, nascono i primi amori tra le coppie partecipanti

Don Matteo 11 puntata del 15 marzo 2018: il rapimento