in

Antonio Logli condannato anche in appello, la rivincita di Loris Gozi: “Non sono un bugiardo”

Caso Roberta Ragusa, Antonio Logli condannato anche in appello a 20 anni di reclusione per l’omicidio della moglie e la distruzione del suo cadavere. Determinante nell’inchiesta il super testimone che disse di vederlo – proprio nel frangente temporale in cui la donna spariva – discutere animatamente in strada con una donna, quando invece lui disse che a quell’ora stava dormendo. Adesso lui, Loris Gozi, che ha sempre ribadito di avere agito in buona fede ed aver raccontato ai magistrati sol la verità di quanto visto quella notte, parla e si prende la sua rivincita: “Questa sentenza smentisce chi mi definiva un bugiardo”, ha fatto sapere.

Roberta Ragusa news Loris Gozi

Loris Gozi ha sempre sostenuto di aver visto Logli in volto alla guida della sua Ford Escort quella notte, intorno alla mezzanotte. “Si è coperto il volto con la mano ma io avevo già fatto in tempo a vederlo. Era fermo in macchina, era Antonio… io ero in macchina e l’ho abbagliato, l’ho visto era lui”. Il teste poco dopo riuscì di piedi da casa per portare il cane a passeggio e vide una coppia che litigava animatamente fuori da un’utilitaria: “Lei urlava, voleva scappare … lui l’ha caricata a forza in auto, come ha chiuso forte lo sportello forse le ha fatto male in testa”. Loris Gozi però non sa fornire orari precisi (i fatti narrati sarebbero accaduti nell’arco temporale che va da subito dopo la mezzanotte all’una) né dire con certezza se quei due soggetti erano Roberta Ragusa e Antonio Logli.

Leggi anche: Roberta Ragusa: figlio Daniele avanza ipotesi sul perché la mamma (ancora viva) non torni a casa

CASO RAGUSA NEWS Antonio Logli sentenza


Fu proprio l’indagato Antonio Logli, quando era ancora in atto la fase preliminare delle indagini, intercettato al telefono con l’amante Sara Calzolaio, a sminuire il racconto di Loris Gozi ai carabinieri, definendolo un drogato, un nullafacente, inattendibile e per questo ‘innocuo’. Così non è stato, a quanto pare, vista la sentenza di condanna a 20 anni confermata anche in Appello a carico dell’uomo. “Loris non ha mai accusato Antonio Logli per partito preso. Si è soltanto limitato a riferire quello che ha visto e sentito quella sera. Ancora una volta la giustizia con la sentenza di condanna conferma il fatto che Gozi non è un soggetto bugiardo come più volte, invece, è stato detto” – ha dichiarato il legale di Gozi, Antonio Cozza – “L’ho sentito dopo la sentenza. Sinceramente non era felice per la condanna. In questi giorni era provato per le accuse che gli erano state rivolte, ma ha mantenuto la serenità di chi sa di aver detto la verità”.

 

 

 

bimbo morto in piscina a orosei

Concorso Carabinieri 2018 bando: 2000 posti disponibili, ecco requisiti, prove e scadenza domande (GUIDA COMPLETA)

Grande Fratello 2018 news nomination: chi rischia l’eliminazione la prossima puntata