di M.B. Michela in , ,

Apple, iPhone sostituzione batteria a prezzi scontati: si pagherà solo 29 euro, come accedere al programma


 

Apple, iPhone sostituzione batteria a prezzi scontati: si pagherà solo 29 euro, come accedere al programma. Tutte le informazioni utili

iphone sostituzione batteria

Apple sostituzione batteria a prezzi scontati: si pagherà solo 29 Euro

Apple, sostituzione batteria a prezzi scontati. Da ieri, 2 gennaio 2018, è possibile sostituire la vecchia batteria dell’iPhone pagando solo 29 euro. Una strategia, questa adottata dall’azienda di Cupertino, lanciata dopo essersi ufficialmente scusata con i suoi clienti per la vicenda degli iPhone rallentati a causa della batteria invecchiata. Da lì poi l’annuncio del taglio dei prezzi delle batterie fuori garanzia che anziché 89 euro ne costerànno 29. In una lettera pubblicata sul proprio sito, infatti, la Apple ha reso noto che a partire da gennaio 2018per tutto l’anno avrà luogo la campagna di sostituzione delle batterie, che riguarderà i modelli di iPhone dal 6 in poi, quindi gli iPhone 6, 6s e 7. E non è finita qui: chi avesse già provveduto a cambiarla pagandola a prezzo pieno potrà chiedere il rimborso presentandosi in un negozio Apple.

“Sappiamo che alcuni di voi si sono sentiti delusi da Apple. Vi chiediamo scusa. Per rispondere alle preoccupazioni dei nostri clienti, ma anche per riconoscere la loro lealtà e riguadagnare la fiducia di quanti hanno dubitato delle nostre intenzioni, abbiamo preso queste decisioni” – si legge nel comunicato di ‘scuse’ diffuso dall’azienda – “Apple ridurrà di € 60 il costo della sostituzione di una batteria fuori garanzia portandolo da € 89 a € 29, per chiunque abbia un iPhone 6 o successivo la cui batteria debba essere sostituita. Questo sarà valido in tutto il mondo fino a dicembre 2018. Maggiori dettagli saranno comunicati al più presto su apple.com/it”.

APPLE STORE

Come fare per capire se la batteria deve essere sostituita

Dalle informazioni emerse, a breve Apple dovrebbe rilasciare un aggiornamento del sistema operativo iOS con una specifica funzione che permetterà di monitorare lo ‘stato di salute’ della propria batteria. Ciò renderà possibile controllare le condizioni della batteria e capire se stanno causando un peggioramento delle sue prestazioni, ha precisato Apple. Tuttavia la sostituzione a prezzo scontato sarà disponibile per tutti gli utenti, indipendentemente dal fatto che la batteria dell’iPhone superi o meno il test diagnostico al Genius Bar degli Apple Store sul suo corretto funzionamento.

Si ricorda che la succitata sostituzione riguarda esclusivamente iPhone 6 e i modelli più recenti iPhone 6, iPhone 6s, iPhone 6s Plus, iPhone SE, iPhone 7, iPhone 7 Plus. L’azienda garantisce un funzionamento fino all’80 % della capacità originale per 500 cicli di ricarica completi. E nel primo anno di utilizzo la nuova batteria sarà in garanzia, quindi una eventuale sostituzione sarebbe gratuita. Verranno sostituite anche quelle più vecchie, se sarà dimostrato che il funzionamento è pari o inferiore alla percentuale di cui sopra. Come fare a capirlo? Con un test della batteria, appunto. Basta scaricare una App, ad esempio Battery Life. Sarà sufficiente scaricarla sul proprio iPhone e leggere i risultati, sebbene potrebbero non essere poi così dettagliati in quanto tutte le app presenti sull’AppStore che promettono informazioni dettagliate sulla batteria i realtà non le danno. Apple infatti da iOS 11 ha impedito agli sviluppatori di app di accedere alle informazioni relative alla batteria, quindi tutte le app che si trovano offrono dati non tanto precisi.

iPhone

Quali sono i segnali che ci dicono che qualcosa nella batteria non va

Non solo un rallentamento dei dispositivi, ma anche tutta una serie di effetti collaterali ci dicono quando la batteria del nostro iPhone inizia a zoppicare. Ecco i segnali che c’è qualcosa che non va:

  • L’avvio delle App è decisamente più lento;
  • Mentre si scorrono le pagine la frequenza d’immagini è minore rispetto al solito;
  • L’illuminazione dello schermo è più debole;
  • Il volume degli altoparlanti è più basso, fino a -3 dB
  • Si verifica la riduzione graduale delle frequenze delle immagini in alcune App;
  • Se i problemi sono particolarmente gravi, in alcuni casi il flash della fotocamera viene disabilitato e ciò è indicato nell’interfaccia utente della fotocamera;
  • L’aggiornamento delle app in background potrebbe richiedere di ricaricare l’app all’avvio.

Come accedere al programma

Se la batteria non va perché particolarmente usurata, Iil metodo più semplice e consigliato per verificare lo stato di salute della batteria è quello di andare in ‘Impostazioni’, quindi ‘Batteria’ e controllare se è presente un messaggio che avvisa l’utente se c’è bisogno di una manutenzione. In casi di batterie molto usurate apparirà un messaggio per segnalare uno stato di salute inferiore al 70%, cioè se la capacità residua è inferiore al 70% rispetto alla batteria nuova.

Per accedere al programma di sostituzione sono a disposizione i classici canali: rivolgersi al personale di  un Apple Store, oppure avviare una procedura online cliccando a questo link o chiamare il servizio clienti al numero 800.915.904. Si può anche ordinare la consegna a domicilio al costo aggiuntivo di 12.20 euro. Con la nuova batteria il vostro iPhone tornerà come nuovo e sicuramente ne gioverà anche il funzionamento del sistema operativo iOS, che sarà certamente più veloce. Apple del resto lo ha confermato: “Quando una batteria che presenta un invecchiamento chimico viene sostituita con una nuova, e il telefono è utilizzato in condizioni standard, le prestazioni di iPhone tornano normali”.

Va inoltre ricordato che oltre al programma di sostituzione, l’azienda di Cupertino ha promesso che presto rilascerà “un aggiornamento di iOS con nuove funzioni che permetteranno agli utenti di controllare le condizioni della batteria del proprio iPhone e capire se stanno causando un peggioramento delle prestazioni”.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanTech

Leggi anche

Commenta via Facebook