di Elisa Genua in , ,

Apple punta sulla Cina: sfida ai produttori locali, ecco due nuovi centri di R&D


 

Cupertino vuole puntare ancora una volta sulla Cine e lo fa in grande stile: stanziati 500 milioni di dollari a Shanghai e Suzhou

cupertino

Apple si espande e lo fa nuovamente in Cina dove verranno presto stanziati 500 milioni di dollari per la costruzione di due nuovi centri di ricerca e sviluppo nelle città di Shanghai e Suzhou. L’idea del colosso di Cupertino è di proseguire la serie di collaborazioni proficue con gli sviluppatori e professionisti locali. “Siamo onorati di poter accedere a talenti di questo genere“, ha annunciato Dan Riccio sul sito cinese dell’azienda. Secondo il Vice President of Hardware Engineering sarà possibile proseguire i legami con il Paese asiatico e coltivare partnership vantaggiose per i futuri dispositivi di produzione Apple.

SEGUICI SU FACEBOOK, METTI MI PIACE SU URBANPOST TECH <<<

Dopo iPhone 8, i futuri smartphone della Mela Morsicata potrebbero essere ideati e progettati proprio grazie alla tecnologia avanzata dei laboratori cinesi. Le nuove strutture affiancheranno quelle già costruite a Pechino e a Shenzhen.

Nonostante i controversi rapporti tra USA e Cina, il CEO Tim Cook, ha deciso di farsi largo in uno dei Paesi competitor di Apple: l’exploit di Huawei non è sicuramente da considerare un caso isolato. L’azienda con quartiere generale a Shenzhen ha fatto registrare numeri impressionanti sin dallo scorso anno e ora fa registrare più di tre milioni di unità di differenza rispetto al 2016. In Cina, il colosso americano si trova invece al quarto posto tra i produttori dopo Oppo, l’appena citato Huawei e il brand Vivo.
Con i nuovi centri di ricerca, Cupertino potrà usufruire di un team di progetto locale in regola con le leggi vigenti nel Paese di ‘adozione’ e con il governo locale.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanTech

Leggi anche

Commenta via Facebook