di Antonio Paviglianiti in ,

Assegno di disoccupazione 2018 Inps: quale importo della Naspi? (INFO)


 

Assegno di disoccupazione Naspi 2018: quale importo per i cittadini che hanno perso il lavoro? Ecco le ultimissime sul sussidio statale…

Assegno disoccupazione 2018 importo

Assegno di disoccupazione 2018 Inps: il dato di disoccupati in Italia è in continua crescita e come ogni anno tantissimi cittadini si trovano costretti a richiedere sostegni allo Stato. Tra i sussidi statali consueti ritroviamo il cosiddetto Assegno di disoccupazione 2018 dell’Inps che viene versato attraverso la Naspi, introdotta nel 2015. Ma qual è l’importo che viene versato nelle casse dei disoccupati? Quali sono i requisiti che consentono ai cittadini di accedere all’assegno di disoccupazione 2018? 

Leggi anche: Naspi 2018, la guida utile dell’INPS

Assegno di disoccupazione 2018 Inps: quale importo?

Assegno di disoccupazione 2018 Inps, come si calcola la NASPI? Per eseguire il calcolo importo occorre avere a disposizione il proprio estratto conto contributivo INPS, reperibile online se si è in possesso del PIN dispositivo Inps, e una calcolatrice. Dall’estratto conto, sommare tutti gli importi relativi alle retribuzioni imponibili ai fini previdenziali che sono state percepite negli ultimi 4 anni, dividerle poi per il numero di settimane di contribuzione, e moltiplicare il risultato per il coefficiente 4,33.

  • Se il risultato di tale calcolo dà un importo pari o inferiore a 1.195 euro: l’importo della NASPI cui si ha diritto è pari al 75%.
  • Se il risultato dà un importo maggiore a 1.195 euro: alla quota del 75% va aggiunto un importo pari al 25% del differenziale tra la retribuzione mensile e il predetto importo.

Nasci 2017 durata calcolo beneficiari lavoratori stagionali

Assegno di disoccupazione 2018: durata Naspi?

La durata della Naspi 2018, varia a seconda di quanti contributi si sono stati versati negli ultimi 4 anni prima del licenziamento involontario. La durata massima dell’indennità di disoccupazione nel 2018 è fino a 24 mesi.
In particolare, la Naspi spetta per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione degli ultimi 4 anni, senza tenere conto dei periodi coperti da contributi figurativi che hanno già dato luogo al pagamento di prestazioni di disoccupazione, anche se pagate in un’unica soluzione anticipata.

Leggi anche: Tutti i dettagli sul Reddito di Inclusione 

Assegnazione di disoccupazione 2018: come richiedere la NASPI

Il lavoratore viene convocato dal centro per l’impiego, entro 2 mesi dalla data di licenziamento, per effettuare il primo colloquio conoscitivo, attraverso il quale determinare la profilazione del candidato sulla base delle sue competenze professionali e soprattutto sulle possibilità di ricollocarlo nel mercato del lavoro. Il lavoratore disoccupato viene iscritto all’ANPAL.

Al lavoratore, viene fatto sottoscrivere il Patto di Servizio Personalizzato, la cui sottoscrizione e perseguimento negli obiettivi, sono fondamentali per ottenere e mantenere l’indennità di disoccupazione. A tale proposito vedi: Sanzioni per i disoccupati Naspi, Dis, Coll, Asdi.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook