di Sabina Schiavon in ,

Assunzioni scuola 2017: 52mila posti a tempo indeterminato a partire dall’estate


 

Scuola, nuove assunzioni entro l’estate 2017: 52mila nuovi posti per docenti a tempo indeterminato

assunzioni scuola 2017

Saranno 52mila le nuove assunzioni scuola in questo 2017. Ad annunciarlo è stato il Governo stesso, dopo un’intesa raggiunta tra il Miur – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Mef – Ministero dell’Economia e delle Finanze. Dopo un lungo dibattito sulla norma di legge inserita nella Legge di Bilancio, infatti, i due ministeri hanno quindi confermato che – a partire dall’estate – verranno assegnati ben 52mila posti liberi a docenti di ruolo e con contratti a tempo indeterminato.

==> CONCORSO BANCA D’ITALIA 2017: ECCO COME CANDIDARSI

“E’ stata raggiunta l’intesa tra ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e ministero dell’Economia e delle Finanze sull’attuazione della norma inserita in legge di Bilancio che prevede la trasformazione di 15.100 posti dell’organico di fatto, assegnati ogni anno a supplenti, in altrettanti posti dell’organico di diritto da coprire con docenti di ruolo con contratti a tempo indeterminato” spiegano in una nota ufficiale da Palazzo Minerva. Dopo giorni di “scontri” da parte dei due dicasteri – il Miur e il Mef – è finalmente chiaro che, a partire dall’estate, 52mila docenti potranno finalmente entrare nel mondo della scuola come insegnanti di ruolo e a tempo indeterminato. In particolare, questo provvedimento prevede la trasformazione di 15.100 posti generalmente assegnati a supplenti in posti dell’organico di diritto: a questo andranno poi ad aggiungersi 21mila posti rimasti liberi a seguito di pensionamenti ma anche 16mila posti vacanti e già disponibili. Come anticipato, le assunzioni inizieranno a partire dai mesi estivi e avranno decorrenza dal mese di settembre 2017.

==> CONCORSO MINISTERO DELL’INTERNO 2017: 250 NUOVE ASSUNZIONI

“La scuola merita questo riconoscimento. Andremo avanti con le assunzioni e continueremo ad operare trovando le condizioni per rendere l’insieme degli organici scolastici sempre più formati” ha affermato Valeria Fedeli, Ministro dell’Istruzione, spiegando che quello appena compiuto non è altro che “un ulteriore passo importante nel percorso aperto con la Buona scuola”. “L’obiettivo adesso è quello di garantire a studentesse e studenti di trovare tutte le docenti e tutti i docenti in cattedra a settembre fin dal primo giorno di scuola” ha concluso infine il Ministro Fedeli.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook