di Sabina Schiavon in ,

Assunzioni scuola 2017: aperte quasi 60mila posizioni tra docenti, personale ATA e dirigenti


 

Scuola, quasi 60mila nuove assunzioni: nuovi posti per docenti, dirigenti, educatori e personale ATA

assunzioni scuola 2017

Via libera a 60mila nuove assunzioni nella scuola in vista dell’anno scolastico 2017/2018: ad annunciarlo è stato il Ministro Marianna Madia che – dando notizia dei nuovi decreti legge sulla Pubblica Amministrazione – ha confermato quanto anticipato nei mesi scorsi dalla Ministra Valeria Fedeli.

==> ASSUNZIONI FORZE DELL’ORDINE 2017: TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE

“Assunzioni mirate nella #PA: dopo #ForzediPolizia oggi in Cdm via libera definitivo ad assunzioni #Scuola per a.s. 2017-18. @valeriafedeli” scrive così Marianna Madia su Twitter, confermando quanto annunciato dal Ministro dell’Istruzione oramai mesi fa. All’interno della scuola, quindi, sono state sbloccate in particolare 58.348 posizioni, che verranno stabilizzate a partire dal prossimo settembre. I posti sono ripartiti tra docenti (51.773), personale ATA (6.260), dirigenti scolastici (259) ed educatori (56) per convitti ed educandati. Ma a quando nuove news? Dopo il via libera alle nuove assunzioni scuola, bisogna attendere la registrazione alla Corte dei Conti e quindi la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Intanto, in queste ore cresce sempre di più l’attesa sia per gli insegnanti sia per tutti coloro che vogliono candidarsi al concorso per il personale ATA. Nel primo caso, infatti, gli uffici scolastici periferici hanno tempo solo sino al 14 agosto per inserire nell’organico delle scuole i docenti che dovrebbero arrivare in classe ad inizio anno scolastico. Altra questione scottante, come anticipato, è quella del bando di concorso per il personale ATA: atteso già dalla primavera, infatti, attualmente sembra che il Miur attenderà il completamento dell’immissione in ruolo di docenti e dirigenti prima di pubblicare il bando per gli anni scolastici 2017/2020.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook