di M.B. Michela in , , , ,

Attentato New York news: Trump chiede pena di morte per il terrorista Sayfullo Saipov


 

Attentato New York news: Trump chiede pena di morte per il terrorista Sayfullo Saipov, il quale dettosi “orgoglioso” per la strage compiuta avrebbe chiesto la bandiera dell’Isis nella camera d’ospedale che lo ospita

attentatore new york

Attentato New York ultime notizie Sayfullo Saipov: il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha chiesto la pena di morte per il terrorista che lo scorso 31 ottobre ha falciato ciclisti e pedoni a Manhattan, vicino al World Trade Center, uccidendo otto persone e ferendone dodici in nome di Allah.

Tratto in arresto dagli agenti dell’Fbi, che per bloccarlo hanno dovuto esplodere un colpo di arma da fuoco che lo ha ferito all’addome, il 29enne uzbeko è stato interrogato in ospedale dagli inquirenti e si è detto “orgoglioso” di quello che ha fatto ma rammaricato perché avrebbe voluto “uccidere più persone”. Radicalizzato in tempi brevi attraverso le istruzioni che l’Isis rende fruibili sul web, aveva pianificato l’attentato nelle ultime settimane, curando minuziosamente ogni dettaglio.

>>> Chi è l’attentatore di New York: Sayfullo Saipov ha lasciato un biglietto <<<

Dopo essere stato sottoposto ad un intervento chirurgico, l’attentatore si sarebbe mostrato abbastanza collaborativo con le forze dell’ordine, che nel frattempo hanno trovato nel suo pc del materiale riconducibile allo Stato Islamico. Per il governatore di New York, Andrew Cuomo, è un “lupo solitario” che si è “radicalizzato” negli Stati Uniti.

L’ira di Trump è tutta in questo tweet: “Il terrorista di New York era soddisfatto e ha chiesto che la bandiera dell’Isis fosse appesa nella sua camera d’ospedale. Ha ucciso 8 persone e ne ha ferite gravemente altre 12. Dovrebbe essere condannato a morte”. Così il presidente americano che ora chiede la testa del terrorista.

Del resto il Presidente aveva già evocato l’ipotesi di inviare il 29enne uzbeko, arrivato negli Stati Uniti nel 2000, nel carcere di Guantanamo, il penitenziario americano di massima sicurezza sull’isola di Cuba. Intanto New York va avanti: è stato infatti stabilito che la maratona la prossima domenica si correrà comunque, tuttavia l’evento sarà blindato e la sicurezza potenziata. La polizia infatti, oltre ad aumentare il numero di agenti in divisa e in borghese sul posto, dislocherà lungo il percorso della maratona cecchini e squadre armate pesantemente, camion pieni di sabbia e barriere, per scongiurare attacchi terroristici con veicoli, l’ultimo modus operandi dei jihadisti che sta seminando il terrore in Europa e nel mondo. L’evento prevede la partecipazione di 51mila maratoneti e 2 milioni e mezzo di spettatori.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook