in

Aumento Iva 2019, la promessa di Di Maio: “Non accadrà, ecco come faremo”

Luigi Di Maio non ha dubbi e promette che non ci sarà l’aumento dell’IVA nel 2019. Il Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico: “Avete la mia parola qui a Confcommercio che l’Iva non aumenterà e le clausole di salvaguardia saranno disinnescate”, ha detto il vice premier all’assemblea dell’associazione. Il capo politico del Movimento 5 Stelle ha ribadito anche che metterà mano su molti strumenti adottati questi anni per contrastare l’evasione fiscale: “Aboliremo tutti gli strumenti come lo spesometro e il redditometro e inseriremo l’inversione dell’onere della prova. Perché siete tutti onesti ed è onere dello Stato provare il contrario”, aggiungendo che questo tipo di misure hanno “reso schiavi quelli che producono valore”. “Noi – ha aggiunto – incroceremo tutti i dati della P.A. per dimostrare l’evasione.”

Leggi anche: Luigi Di Maio è vicino ai lavoratori e lo dimostra cosìUltimi sondaggi elettorali, SWG: percentuali dei partiti se si votasse oggi 9 maggio 2018

Luigi Di Maio a Confcommercio: “Infrastrutture e conti pubblici, il nostro pensiero”

Rispetto al tema delle infrstrutture Di Maio ha cercato di rassicurare la platea. “Quando parliamo di turismo parliamo di infrastrutture, in cui alcune regioni strategiche neanche ce ne sono, in altre ci sono luoghi bellissimi e neanche un treno che porta i turisti fino a lì. Chi sta raccontando l’idea che questo sia il governo del no alle infrastrutture sbaglia”, ha detto. In tema di conti pubblici il vice premier ha quindi spiegato di volere aprire un negoziato con Bruxelles. “Ci teniamo alla tenuta dei conti”. “Se vogliamo bene all’Italia, e noi le vogliamo bene, se vogliamo portare avanti progetti economici dobbiamo contrattare con Europa le condizioni che l’Italia non può più sostenere, dicendo anche dei no”.

Luigi Di Maio e il mondo dei lavoratori

Luigi Di Maio, Ministro del Lavoro, ha parlato anche degli interventi che intende mettere in campo sul fronte del lavoro. “Per tutta la generazione di lavoratori fuori dalla contrattazione nazionale va garantito almeno un salario minimo, almeno fino a che non si arriva alla contrattazione”, ha detto. “Il lavoro nobilita l’uomo fino a che ti dà la soddisfazione di arrivare a fine mese” e invece siamo in un momento in cui si cerca di lavorare pur guadagnando zero”.

Grande Fratello Vip 2017 facebook

Grande Fratello Vip 2018 cast: Ilary Blasi chiama Nina Moric per la terza edizione? I nomi che circolano

rocco casalino m5s dichiarazioni di emilio fede

M5S news, Emilio Fede: «Casalino quando venne da me era con le pezze al c…»