di Sabina Schiavon in ,

Auto elettriche? Nel futuro non comprerete nemmeno quelle: la nuova era delle 4 ruote è sempre più vicina


 

Auto elettriche? L’auto che state per comprare sarà probabilmente l’ultima: ecco come sarà l’era della mobilità 4.0

auto elettriche

Le auto elettriche sono davvero il futuro delle quattro ruote? Secondo il Boston Consulting Group assolutamente no, almeno nelle grandi città. Uno studio ha evidenziato come, entro la fine della prossima decade, il nuovo modo di spostarsi sarà probabilmente il più conveniente della storia nonché quello capace di ridurre i costi attuali sino al 60%. Ma di cosa si tratta?

==> FACEBOOK: NEL FUTURO COMUNICHEREMO TELEPATICAMENTE

Auto elettriche? No grazie: nel futuro la mobilità è ancora più low-cost

Il traffico, la difficoltà di trovare parcheggio ma anche l’inquinamento e lo stress causato dalle ore passate alla guida non saranno più un problema. Uno studio americano, pubblicato anche su Forbes, ha messo in luce importanti novità su quello che sarà il futuro della mobilità, soprattutto nelle grandi città. Sebbene le auto elettriche saranno sicuramente una tappa fondamentale, il futuro è dei robot-taxi. In particolare, i taxi senza guidatore saranno in grado di unire tre trend: il car-sharing, i veicoli autonomi e quelli elettrici. La ricerca, effettuata per le città americane ma facilmente applicabile anche al Vecchio Continente, ipotizza anche una netta riduzione dei costi di spostamento, pari addirittura al 60%. “Per milioni di americani residenti nelle grandi città, la prossima auto che acquisteranno sarà probabilmente anche l’ultima” ha commentato Justin Rose, BCG partner.

I veicoli elettrici: una tecnologia ancora troppo costosa

Nonostante l’impegno delle case automobilistiche, le auto elettriche sembrano essere ancora un vero e proprio lusso. A parte l’ultimo e atteso modello Tesla, il costo della vettura/carburante sembra non favorire la scelta verso questa tipologia di automobile. “C’è una ragione per cui le elettriche non hanno ancora preso piede” – spiega Brian Collie, capo del BCG’s North American automotive practice – “Per una persona che percorre dalle 12mila alle 15mila miglia annue, i veicoli elettrici sono troppo costosi. I conti hanno molto più senso se si percorrono dalle 80mila alle 100mila miglia annue e, soprattutto, se vengono fatte in modalità “car-sharing” e senza conducente”.

==> SEGUICI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

I lati positivi (e non solo) della mobilità 4.0

Il futuro della mobilità, soprattutto in città, sono quindi i robot-taxi ovvero veicoli elettrici condivisi e a guida autonoma che renderanno le nostre città un luogo più sicuro e più pulito. Si stima infatti che – oltre alla riduzione dei costi – le quattro ruote del futuro ridurranno sia le morti per incidenti stradali, sia l’inquinamento atmosferico. Non solo: il 60% dei parcheggi presenti nelle grandi città potranno essere utilizzati per altri scopi. Non sorprende che il futuro utilizzo dei robot-taxi potrebbe causare però danni all’industria automobilistica. I grandi gruppi, infatti, hanno previsto che oltre 5 milioni di automobili verranno sostituite da 4,7 milioni di vetture elettriche autonome a partire dal 2030: “Attualmente siamo davanti ad una sperimentazione continua per capire qual è la giusta combinazione di tecnologie” ha concluso Collie.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanTech

Leggi anche

Commenta via Facebook