di Elisa Genua in , , ,

Avviso di giacenza raccomandata: ‘dove e quando’ te lo dice il codice sulla cartolina


 

Quali sono i passaggi da seguire se si trova nella casella di posta un avviso di giacenza? Ecco come riconoscerli e quali sono i codici più utilizzati per comunicare con le Poste Italiane

poste codici

Come districarsi tra i milioni di raccomandate che vengono distribuite ogni anno in Italia? In certi casi il compito del postino si presenta piuttosto arduo, specialmente nel caso in cui il destinatario non si trova in casa al momento della consegna. Ma cosa fare in caso di un avviso di giacenza?

Quello che potreste trovare nella vostra casella della posta potrebbe proprio essere un cartoncino di colore bianco o verde da leggere con attenzione. Sul suddetto potrebbe infatti trovarsi la data di notifica, il codice della raccomandata e l’uffico postale nel quale recarsi per ritirare il pacco.

Nel caso di un avviso di giacenza recante la scritta ‘Atti giudiziari‘, la situazione si fa più complicata perché potrebbe trattarsi di una multa oppure di una convocazione ufficiale da parte di un ente.
Per capire di cosa si tratta basta decifrare il codice presente sulla cartolina; ecco una lista di quelli che potreste trovare in posta:
– 12-13-14: si tratta di una raccomandata semplice;
– 75-76-77-78: Atto giudiziario o probabile multa;
– 608- 609: comunicazione semplice di Notifica Atto da parte di Enti Pubblici vari;
– 612-613: potrebbe trattarsi di una comunicazione da parte delle poste o della banca;
– 670: cartella esattoriale o di Equitalia;
– 050-056: raccomandata veloce (RV);

La giacenza prevista per gli Atti Giudiziari è stata calcolata di circa 180 giorni solari. Per tutti gli altri codici, la giacenza è di 30 giorni. Per verificare dove quando bisogna presentarsi, il link da cliccare è il seguente: www.poste.it/online/dovequando/home.do. Basterà inserire il codice trovato sull’avviso di giacenza per scoprire tutti i dettagli dell’atto.

Photo Credit:

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanTech

Leggi anche

Commenta via Facebook