di Andrea Monaci in , , ,

Barcellona attentato terroristico, furgone contro la folla sulla Rambla: 13 morti, decine di feriti


 

Attacco terroristico a Barcellona: un furgone si è lanciato sulla folla in pieno centro città, sulla Rambla de Canaletes. L’ultimo bilancio parla di 13 morti e oltre 80 feriti

22:25 – Aggiornato il bilancio delle vittime: i morti confermati sono 13, mentre i feriti sono oltre 80. In serata la polizia catalana ha intercettato e ucciso una persona a Esplugues de Llobregat: viaggiava in una Ford Focus che ha saltato uno dei posti di blocco allestiti dopo l’attacco sulla Diagonal a Barcellona. Secondo il Ministero degli Esteri italiano potrebbero esserci nostri connazionali tra le vittime.

20:14 – Si chiamerebbe Driss El Ouakbir e sarebbe di etnia berbera l’estremista che ha affittato il furgone lanciato oggi sulla folla sulla Rambla de Canaletes a Barcellona. L’uomo, assieme ad un complice, è riuscito a sfuggire all’assalto della polizia catalana al ristorante in cui si era rifugiato dopo l’attentato. Una persona è stata arrestata dai Mossos d’esquadra in relazione all’attentato di questo pomeriggio, mentre altre due risultano ancora in fuga.

20:00 – Unanime la condanna dell’attacco terroristico a Barcellona: sdegno e sentimenti di vicinanza alla Spagna ed alla città di Barcellona sono stati espressi da numerosi capi di stato europei e non, incluso il presidente Usa Donald Trump che in un tweet afferma “faremo tutto il necessario per essere d’aiuto”.

Aggiornamento delle 19:10 – Sono 13 i morti in seguito all’attentato di questo pomeriggio sulla Rambla de Canaletes a Barcellona. Lo riferisce il quotidiano “El Periodico” aggiungendo che la polizia sta negoziando la resa con i presunti colpevoli dell’attacco, che si sono trincerati con alcuni ostaggi all’interno del ristorante turco “La Luna de Istanbul”, vicino a La Boqueria.

Aggiornamento delle 18:38 – Ci sarebbero più morti e non solo i due di cui hanno parlato inizialmente i media locali. Le ambulanze stanno raggiungendo in questo momento gli ospedali cittadini e solo tra qualche ora sarà possibile un bilancio realistico dell’attentato. I Mossos d’esquadra, la polizia catalana, ha riferito che l’attentatore sarebbe un uomo di circa un metro e settanta d’altezza, vestito con una camicia bianca a strisce blu.

Un furgone si è lanciato sulla folla sulla Rambla de Canaletes a Barcellona, in Spagna, nel centro della città a pochi passi da Plaça de Catalunya. Sul posto sono intervenute le squadre d’emergenza che hanno bloccato l’accesso alla zona. Secondo i media locali ci sarebbero “almeno due morti”. L’uomo alla guida del furgone sarebbe riuscito a fuggire a piedi: chiuse tutte le stazioni della metropolitana. Per la polizia si tratta di un attacco terroristico.

Secondo il quotidiano “El Periodico” ci sono almeno due morti e decine di feriti. Il furgone è entrato dalla strada Pelai alla Rambla, nella corsia centrale al Lyceum e ha ferito decine di persone. Il conducente del furgone  è stato visto zigzagare ad alta velocità abbattendo le persone come birilli, per cercare di «tirare giù tutto quello che poteva», hanno riferito testimoni.

L’autista del furgone avrebbe preso degli ostaggi e sarebbe asserragliato in un ristorante turco vicino a La Boqueria, lo riferisce TV-3. La polizia continua a far sfollare i passanti che si trovavano nella zona della Rambla, negli alberghi e nei negozi. Diversi furgoni del Mossos, hanno chiuso le strade che danno accesso alla Rambla e l’elicottero della polizia catalana vola su tutta l’area. I Mossos hanno chiesto alla gente di non lasciare la zona o la piazza Catalunya, vicino alla Rambla.

(notizia in aggiornamento)

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...