in

Battiato, assessore assenteista: “Lavoro dal mio letto”

Se proprio aveva tutti questi impegni, Franco Battiato, l’incarico di assessore della giunta Crocetta in Sicilia poteva anche rifiutarlo. Ed invece ora si lamenta delle accuse che piovono addosso per le sue numerose assenze a Palazzo dei Normanni. L’artista si difende pubblicamente e risponde così ai numerosi attacchi ricevuti (da più fronti) in questi giorni. “Io l’assessore lo posso fare anche comodamente dal letto di casa mia… non c’è bisogno che mi rechi in Regione – ha affermato Franco Battiato nell’intervista rilasciata quest’oggi e ripresa dal Corriere della Sera nella sua versione online -. Il Presidente Crocetta era al corrente dei miei impegni sin da quando mi propose di accettare quest’incarico. Sono stato chiaro sin dall’inizio con lui – continua Battiato – perché avevo già dei contratti firmati da dover rispettare. Tutti sanno che il mio lavoro è un altro”.

Franco Battiato

Il cantautore appare decisamente seccato per le tante voci circolate nel corso delle ultime settimane, mentre il conto delle sue assenze a Palazzo dei Normanni aumentava vertiginosamente. “E’ ridicolo che accusino proprio me che porto il nome della mia terra in giro per il mondo. Con me la Sicilia va a Parigi, a Bruxelles, ad Amburgo…”.

Leggi anche -> Sicilia, Battiato dice no ai grandi eventi ma taglia anche il festival indie Ipsigirock

Written by Gianluca Capiraso

30 anni, nato ad Avellino e residente a Milano. Esperto di web marketing, innamorato della "Seo", blogger e giornalista pubblicista dal 2000. Attualmente è Seo&Sem Manager in Tonic e Seo&Content Manager in Xool, due giovani e dinamiche web companies in forte crescita. Oltre alla passione per il calcio, ed in particolare per il "suo" Avellino, e per la politica,soprattutto come anti-DeMitiano, dedica il suo tempo alla produzione di contenuti per poi vederli ai primi posti dei risultati di ricerca di Google. #sonosoddisfazioni

Beyoncè: le foto che fanno scalpore

Energia elettrica: calo dei consumi del 2.4% dimostra la gravità della crisi economica