in

Belen: “Amo i napoletani perché sono come gli argentini”

Non sono lontani i tempi della dichiarazione del presidente del gioco calcio Napoli De Laurentiis, lui avrebbe voluto nominarla ambasciatrice mondiale del Napoli Calcio.

De Laurentiis Cavani

Ma Belen non era molto d’accordo, poichè, essendo i napoletani molto scaramantici, in caso di una sua presenza ad una delle partite in casa, con conseguente sconfitta per la squadra azzurra, avrebbero detto che portasse sfortuna, ecco quindi una delle tante attinenze tra il popolo napoletano e quello argentino.

Ed ancora, li definisce esuberanti e molto aperte all’accoglienza ed alla famiglia. Uno dei tanti bei ricordi legati alla città di Napoli, è quando atterra l’aereo, appena lei esce, tutti li pronti ad applaudire, uno dei motivi per cui Napoli è considerata da lei la piccola Argentina.

Written by Vincenzo Iozzino

Classe 82, giornalista e pubblicista dal 2005, ha collaborato con diverse importanti redazioni, tutt'ora porta avanti un progetto personale editoriale creato ed aministrato da lui. E' attratto principalmente dalla scrittura creativa, le cui conoscenze sono state approfondite pesso la facoltà di Cultura ed amm. dei Beni Culturali di Napoli, dove si è formato. Campano, vive a Gragnano, territorio montuoso che lui definisce "braccia dell'angelo", una vera vocazione che lo ha spinto ad appassionarsi al Running ed al Trekking, e nel 2012 diventa istruttore di Atletica leggera. Vive con una meravigliosa moglie e due splendidi bambini.

Sesto Fiorentino: trovato un proiettile alla Richard Ginori. Intimidazione a Vendola?

Roma, dopo Zeman: Malesani, Rijkaard o Blanc?