in

Belen Rodriguez denunciata all’Antitrust: ecco il motivo

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e l’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria (IAP) annunciano una nuova denuncia contro l’influencer marketing. I prodotti ‘incriminati’ negli ultimi mesi sono in particolare quelli dell’azienda Fitvia, che ha ‘sguinzagliato’ decine di influencer, molti dei quali non indicano in alcun modo quando i loro post hanno fini pubblicitari. Tra le influencer più in voga circolano i nomi, per l’appunto, di Belen Rodriguez e Guendalina Tavassi.

Leggi anche: Tutte le news con UrbanPost

Influencer denunciate all’Antitrust: ‘colpa’ di Fitvia

“Da mesiha dichiarato Massimiliano Dona, presidente di Unione Nazionale Consumatorimonitoriamo i profili instagram dei più famosi influencer, personaggio più o meno noti al grande pubblico, che vantano migliaia di seguaci social e che con un solo post riescono ad influenzare i consumatori sui più svariati prodotti. Quanto sta accadendo con Fitvia (tè, tisane, barrette, muesli) è davvero inquietante, sia per la portata del fenomeno con centinaia di post degli influencer (che offrono persino ai followers dei codici sconto per l’acquisto online dei prodotti così da tracciare il grado della rispettiva ‘influenza’ sui consumatori), sia per i contenuti divulgati da Fitvia sui quali infatti abbiamo chiesto di fare verifiche visto che hanno a che fare con l’alimentazione e quindi con la salute”.

Enamorada de las ondas ❤ piastra #beachwaves by @bellissimaimetec #YouAreBellissima #Cotril #ondedibelen #advertising

Un post condiviso da BELEN (@belenrodriguezreal) in data:

La denuncia di Dona: “Assenza di etica morale”

“A quanto pare – ha continuato Dona – né le linee guida dell’Autorità Antitrust sull’influencer marketing, né la Digital Chart dello IAP hanno portato un po’ di etica in questo settore. Forse è il momento di passare alle sanzioni: per questo abbiamo denunciato all’Autorità e allo Iap l’azienda Fitvia, i principali influencer (dalle sorelle Rodriguez a Guendalina Tavassi, Beatrice Valli, Serena Garitta per fare qualche nome) e lo stesso social network Instagram, che tarda, di fronte ad un fenomeno di simile evidenza, a impostare sistemi ‘nativi’ per aiutare il consumatore a decodificare in modo semplice e intuitivo la natura pubblicitaria dei messaggi. Adesso non resta che attendere il giudizio di questi Enti sulla nostra segnalazione”.

🦋

Un post condiviso da BELEN (@belenrodriguezreal) in data:

Written by Andrea Paolo

46 anni, nato in provincia di Reggio Calabria, emigrato negli anni '80 al nord, è laureato in scienze politiche. Ha lavorato come ricercatore all'estero e studia da anni la criminalità organizzata. Per UrbanPost si occupa di news di cronaca e di gossip sui personaggi del mondo dello spettacolo.

Poste Italiane lavora con noi novembre 2017

Assunzioni Poste Italiane maggio 2018, offerte di lavoro come consulente finanziario: requisiti, prove, sedi disponibili (GUIDA)

scomparso a teano

Scomparso a Teano, Mirko Ruggiero è stato ucciso: motosega accanto al corpo, dettagli sconvolgenti