in

Beppe Grillo, i sondaggi clandestini e l’onda che fa paura ai partiti

Beppe Grillo, reduce da un’altra trionfale tappa del suo #tsunamitour a Torino, stasera sarà a Genova e non in tv a rispondere alle domande dei giornalisti di Sky Tg24. Martedì l’onda gialla del Movimento 5 Stelle invaderà invece Milano: si attendono alcune decine di migliaia di persone per quella che è la tappa più attesa del tour elettorale di Grillo.

Oggi quasi 30mila sono arrivati in piazza Duomo a Milano per Bersani e Ambrosoli, quanti ne porterà martedì nel tardo pomeriggio? I più ottimisti parlano di numeri ben superiori ed è certo che, dopo quanto accaduto nelle precedenti tappe, lo #tsunamitour milanese farà parlare di sè. Nell’era pre-tangentopoli in Italia valeva la regola “piazze piene, urne vuote”: ne sanno qualcosa gli attuali eredi del Pci e i movimenti di sinistra in generale.

Beppe Grillo a Novara

Ma oggi è tutto cambiato: i movimenti fatti dal basso, di persone, al di là dei presunti “populismi” dei programmi hanno un appeal ben più forte dei partiti tradizionali, riempiono le piazze, quelle vere e quelle virtuali di internet. Bersani e Berlusconi lo sanno bene. ma sembrano rassegnati ad affrontare la battaglia con metodi tradizionali.

Beppe Grillo a Torino

Grillo e la sua onda fanno paura davvero ai partiti dell’establishment. E non sono i sondaggi clandestini, sicuramente ben noti ai leader di Pd e Pdl, ad alimentare il timore di un’apocalisse elettorale il 24 e 25 febbraio 2013, ma le immagini delle folle, nascoste da un giornalismo miope e partigiano. Sono le decine migliaia di giovani incazzati ed informati che tra una settimana voteranno per la prima volta e delle altrettante decine di migliaia di elettori maturi e delusi da una politica di malaffare e promesse mai mantenute.

Leggi anche —> Beppe Grillo Tsunamitour domani a Milano in piazza Duomo alle 18:30
[visibile]

Fai il Login Con Facebook per vedere il video di Piazza Castello “sommersa” di gente per lo TsunamiTour

[/visibile]
[nascosto]

[/nascosto]

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Che tempo che fa domenica 17 febbraio: ospite Ezio Mauro

Terremoto oggi in Umbria, scossa di magnitudo 2.1 vicino ad Assisi (Perugia)