di Andrea Monaci

Berlusconi, elezioni il 10 Marzo. E per la discesa in campo sceglie Facebook


 

Un messaggio semplice e diretto sulla sua pagina ufficiale Facebook. E’ un Silvio Berlusconi determinato e insolitamente tranquillo ad annunciare la prossima fine dell’esperienza di governo di solidarietà nazionale con il PD. L’esecutivo di Mario Monti ha le ore contate, il Cavaliere chiede le elezioni per il 10 marzo

Berlusconi al Quirinale

“Io entro in gara per vincere. Anche da ragazzo, non sono mai entrato in una gara, sia quando facevo sport che quando studiavo o lavoravo, con l’intenzione di rimediare una buona posizione ma per carattere l’ho sempre fatto per vincere.” Con queste parole Silvio Berlusconi ha ufficialmente inaugurato la sua nuova campagna elettorale per Palazzo Chigi.

E lo ha fatto, a sorpresa, dalla sua pagina ufficiale Facebook, con alcuni messaggi, il primo dei quali diffuso poco più di due ore fa, con i quali inizia a “caricare” i suoi sostenitori, in particolare i più giovani. E il messaggio scelto non poteva che essere tutto incentrato su di sè e sulla sua immagine di “vincente” che sempre gli ha portato fortuna.

Silvio Berlusconi Facebook Elezioni 2013Il Cavaliere spinge perché si arrivi al voto più presto, sciogliendo le Camere subito dopo l’approvazione della Legge di Stabilità, indicando come data possibile il 10 marzo 2013. Ha aspettato che si consumasse la liturgia delle Primarie del Pd per passare al contrattacco, anche con il suo partito, quel Pdl dato per morto ed ora pronto a ricompattarsi attorno al vecchio leader.

C’è però una vena di amarezza nelle parole di Berlusconi pubblicate oggi sul più noto dei social network “era opinione di tutti che per vincere – ha scritto il Cavaliere – ci volesse un leader riconosciuto. Questo leader, un Berlusconi del ’94, ahimè non l’abbiamo trovato. Non è che non lo si sia cercato, questo leader: l’abbiamo cercato eccome, ma non c’è.

E poi ancora “Palazzo Chigi non mi è mai mancato neanche per un minuto. Ritorno con disperazione a interessarmi della cosa pubblica e lo faccio ancora una volta per senso di responsabilità.” Che sia una strategia ben studiata questo basso profilo, questa tranquillità quasi rassegnata, è ormai chiaro. Da grande comunicatore quale è sempre stato Berlusconi aspetterà il momento giusto per mostrare nuovamente gli artigli.

Leggi anche >

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook