in

Berlusconi, giorno della Memoria: prima giustifica Mussolini, poi si addormenta infine contestato

Mentre in Germania la cancelliera Merkel pronuncia dichiarazioni di riconoscimento della responsabilità dei tedeschi, l’ex presidente del Consiglio nostrano, rilegge la storia. Berlusconi pronuncia parole di giustificazione per Benito Mussolini e le leggi razziali che egli adottò del 1938. Dice Berlusconi che furono la “peggiore colpa”, l’errore di un leader che tante cose buone aveva fatto. Quanto all’alleanza con Hitler non è possibile giudicare, trovandosi Mussolini in un momento in cui per non lasciarsi sopraffare dai tedeschi pensò di allearsi con essi.

berlusconi

Le reazioni sono cominciate a fioccare da subito, sia dagli altri leader politici che quasi all’unanimità parlano di parole indecenti, sia sui social network da parte della gente comune, che per la maggior parte esprimono indignazione.

Sedutosi per assistere alla continuazione della cerimonia Berlusconi si addormenta in platea, per la gioia dei fotografi che hanno documentato il suo appisolarsi.

Al termine delle celebrazioni appena uscito dal “Memoriale” in Stazione Centrale è stato contestato dalla folla. Fischi e insulti anche per Roberto Maroni e il Presidente Monti. Applausi, invece, per il sindaco di Milano Giuliano Pisapia.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Rai Boh prima puntata: ospite Enrico Mentana

Per chi non ha voce