in

Berlusconi in curva allo stadio di Livorno

Eppure ieri Silvio Berlusconi era nella (rossissima) curva dei tifosi amaranto con tanto di bandiera con falce e martello e pugno sinistro in alto. Tutto vero? Fino a un certo punto. Perché il volto del leader del Pdl è una maschera di lattice, di moda adesso in periodo di carnevale.

Il tifoso del Livorno merita l’oscar della fantasia e della simpatia. I sostenitori toscani tra l’altro non sono nuovi ad iniziative anti Berlusconi. L’11 settembre 2004 a San Siro, al debutto del Livorno in serie A dopo 55 anni proprio contro il Milan, si presentarono in quindicimila e più della metà di essi indossarono una bandana di schermo nei confronti dell’allora primo ministro che qualche settimana prima aveva accolto  in Sardegna  il premier inglese Tony Blair con quello strano copricapo, buono (nell’occasione) a nascondere il trapianto di capelli.

Tra la città toscana e Berlusconi i rapporti non sono certo idilliaci, eppure per vincere lo scudetto, il presidente rossonero due stagioni fa  dovette affidarsi proprio a un livornese (Massimiliano Allegri). Quando si dice il contrappasso di dantesca memoria…

 

Written by Fabrizio Pucci

Fabrizio Pucci nasce nel 1970 a Livorno, città dove risiede. Nel 1984 pubblica il primo articolo, la presentazione della partita di calcio Livorno-Ancona. Dopo il Liceo inizia una serie di collaborazioni con radio e tv che con gli anni lo porteranno fino a Tele+ e Sportmediaset. Attualmente collabora con Il Tirreno di Livorno. Appassionato di Sport, non si perde una partita del 'suo' Livorno per lavoro, ma anche per amore della maglia amaranto. Pessimista di natura, perché è sempre meglio prepararsi al peggio per poi festeggiare il meglio.

Calciomercato Napoli: trattativa avviata per Obiang?

inviati le iene

Stasera in tv a Le Iene: Pio e Amedeo a Sanremo, Parentopoli