di mbarbie1970

Bersani: Ridurre IMU Prima Casa e Carico Fiscale sui Grandi Investimenti Immobiliari


 

Ridurre l’IMU sulla prima casa e aumentare il carico fiscale sui grandi investimenti immobiliari è uno degli obiettivi che si propone il centro sinistra in Italia, almeno secondo quanto dichiarato da Bersani in una trasmissione televisiva

Pierluigi Bersani Candidati Politiche

Il prossimo governo italiano dovrebbe ridurre l’IMU, una tassa sull’abitazione altamente impopolare, e colmare il deficit con un prelievo sui grandi investimenti immobiliari, ha dichiarato Bersani il probabile candidato del centrosinistra alle elezioni del prossimo anno, in ballottaggio alle primarie con Matteo Renzi. Pier Luigi Bersani, leader del Partito Democratico (PD), la più grande forza di centro-sinistra, ha dichiarato di favorire l’abbassamento della tassa “Imu” sulle residenze principali e controbilanciare il taglio con una tassa speciale e personale sugli investimenti immobiliari più grandi. Ha citato come soglia possibile per il nuovo gettito fiscale 1 milione di euro, il prezzo medio di un appartamento abbastanza grande nel centro di Roma.

“E’ qualcosa di cui possiamo discuterne. Dovremo analizzare le condizioni e quanto dovremmo tagliare, ma comunque sia sarà un livello di taglio significativo in quanto non stiamo parlando di gente povera,”  ha dichiarato Bersani in televisione a Canale 5. Bersani è favorito per vincere le elezioni primarie di Domenica contro il suo giovane rivale di centro-sinistra Matteo Renzi e, con il PD che conduce nei sondaggi, sarebbe in pole position per guidare il prossimo governo dopo le elezioni che probabilmente si terranno nel mese di marzo-aprile 2013. Egli ha dichiarato più volte che manterrà gli impegni di bilancio che il primo ministro Mario Monti ha applicato in Italia e stabilito con i partner europei, ma cercherà di attenuare l’impatto sui lavoratori e sulle classi più povere. Il governo tecnico di Mario Monti ha esteso l’IMU anche alle abitazioni principali che in precedenza erano esenti, come parte di un pacchetto di misure di bilancio di emergenza introdotte quando ha preso il potere al culmine della crisi finanziaria dello scorso anno.

L’imposta è stata una delle misure più impopolari introdotte dal governo, ma si prevede di raccogliere circa 20 miliardi di euro questo anno che è una parte centrale della riduzione sugli sforzi di disavanzo. Bersani ha anche sostenuto che gli sforzi necessari per intensificare gli investimenti finanziari e rendere più facile per le autorità fiscali le intercettazioni, è necessaria una riduzione della soglia massima per le transazioni in contanti per combattere l’evasione fiscale. Il governo Monti ha già ridotto l’importo massimo che può essere pagato in contanti a 1.000 euro e Bersani ha detto che il livello dovrebbe essere gradualmente abbassata a 300 euro.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...