in ,

Bimbo Ancona strangolato a mani nude, padre confessa omicidio: forse ucciso per un capriccio

Ancona: il padre 24enne di origine macedone fermato a Cupramontana con l’accusa di avere strangolato il figlio di 5 anni, ieri pomeriggio 4 gennaio, avrebbe confessato l’orrendo crimine. Besart Imeri, disoccupato e in cura per problemi psichiatrici, ora è in stato di fermo. E’ stato interrogato per tutta la notte a alla fine, seppur in maniera confusa e poco lucida, avrebbe ammesso le sue responsabilità davanti al magistrato, rilasciando delle dichiarazioni spontanee.

Per gli inquirenti la sua rappresenta una “confessione esauriente” dell’omicidio del figlio di 5 anni. Il pm di Ancona Valentina Bavai ha chiesto infatti chiesto al Gip la convalida del fermo per omicidio volontario aggravato dai vincoli di parentela. Per il momento al 24enne non viene contestata la premeditazione. La Procura sta cercando di approfondire la possibilità che il folle gesto sia stato mosso da possibili turbe psichiche di cui il reo confesso sarebbe affetto. Il fermato infatti sarebbe in cura da qualche tempo per problemi psichiatrici e secondo una prima ricostruzione avrebbe strozzato o soffocato a mani nude il bambino all’interno della sua auto il bambino, forse per via di un capriccio del piccolo. Padre e figlio poco prima erano usciti per fare una passeggiata. Durante l’interrogatorio il 24enne non sarebbe riuscito a spiegare il contesto nel quale è avvenuta l’aggressione. I frammentari indizi emersi farebbero supporre un capriccio della piccola vittima, che avrebbe fatto scattare il raptus omicida dell’uomo.

Bimbo Ancona strangolato a mani nude: interrogato e arrestato il padre 24enne

“Sapevo che avevano difficoltà a pagare l’affitto, ma da qui a immaginare una tragedia del genere …  non avevano fatto richiesta di assistenza”, ha detto il sindaco di Cupramontana, Luigi Cerioni. La madre della vittima, incinta del terzo figlio ieri dopo l’accaduto è stata ricoverata perché in stato di shock. I parenti della famiglia, che vivono a pochi metri di distanza, hanno dato l’allarme chiamando carabinieri e 118.

MESSICO TERREMOTO 9 FEBBRAIO

Terremoto oggi in Centro-Italia: due scosse magnitudo 2.5 a Norcia ed Amatrice

Lega Salvini premier: hackerato il sito internet, ora vende Viagra