di Andrea Monaci

Bloccati i Fondi Europei per il Terremoto in Emilia


 

Germania, Olanda, Finlandia, Svezia e Gran Bretagna non voglio pagare i 670 milioni di euro previsti dal fondo di solidarietà dell’Unione Europea a risarcimento (parziale) dei danni subiti dall’Italia per il sisma in Emilia del 20 e 29 maggio scorsi.

Terremoto Emilia Fondi Unione Europea

La notizia è piombata in Italia direttamente dall’Ecofin in corso di svolgimento a Bruxelles: Germania, Olanda, Finlandia, Svezia e Gran Bretagna non vorrebbero scucire una lira per il terremoto in Emilia, scompigliando così la carte in tavola proprio mentre si discute sulla variazione al bilancio della Ue che dovrebbe appunto individuare questi fondi, oltre ad altri extra finanziamenti.

Ecofin Fondi Terremoto Emilia

Una scelta che rischia di causare un vero e proprio incidente istituzionale interno alla Ue, dato che gli stessi paesi hanno comunque già approvato la decisione di sostenere l’Italia colpita dal terremoto con le risorse del Fondo di solidarietà europeo. Lo stanziamento, deciso dalla Commissione Europea meno di 2 mesi fa, riguarda soprattutto l’Emilia Romagna, cui andrebbe il 92% dei fondi, quindi Lombardia e Veneto, sempre che si superi l’impasse. I 670 milioni della Ue sono indispensabili per la ricostruzione delle strutture produttive andate distrutte dal tragico sisma del 20 e 29 maggio 2012.

photo credit: Il Fatto Quotidiano via photopin cc
photo credit: Eoghan OLionnain via photopin cc

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...