in

Bologna esplosione in una cantina: morto un uomo

Bologna esplosione intorno alle 13 di oggi, 16 febbraio, nella cantina di in una palazzina sita in via Pietro Canonici 13, in zona San Ruffillo, alla periferia della città. Sembra escluso, da quanto trapela, che la deflagrazione sia stata provocata da una fuga di gas. Il forte boato è stato avvertito anche a grande distanza, riferiscono i residenti, e sarebbero già stati notati danni evidenti alla palazzina.


Una persona ha perso la vita nell’esplosione, si tratterebbe di un uomo di 59 anni che stava lavorando nei locali seminterrati del palazzo, forse con alcuni flacone di solvente. Un vicino di casa che si è accorto di quanto accaduto ha lanciato l’allarme e chiesto l’intervento dei ivigili del fuoco; sul posto stanno lavorando in queste ore proprio i vigili e i carabinieri oltre a personale del 118 che però ha solo potuto constatare il decesso dell’uomo, conosciuto nel quartiere perché titolare di un negozio di biciclette. La vittima era un appassionato di armi.

Uomini scomparsi a Bari: trovati i cadaveri, uno era in un pozzo a Noci

I Vigili del Fuoco hanno già messo in sicurezza l’area, staccando temporaneamente gas ed elettricità, ma dopo i sopralluoghi l’edificio di tre piani è stato dichiarato agibile. Sono anche emerse le prime indiscrezioni relative alla dinamica dei fatti: sembra che la vittima, Fiorenzo Romagnoli, collezionista di materiale bellico, stesse lavorando all’interno della sua cantina su alcuni proiettili quando d’improvviso c’è stato lo scoppio, che oltre alle munizioni avrebbe fatto saltare in aria anche una bottiglia di solvente che era poco lontano. E’ morto sul colpo.

Ultimi sondaggi elettorali, Demopolis: affluenza al 66%, idee chiare per gli italiani che si aspettano un cambio di rotta dalla politica

Quarto Grado domenica

Quarto Grado stasera 16 febbraio 2018: il caso di Pamela Mastropietro e l’intervista a Davide Stival