in

Bonus 2018 casa, bebè, mamma, luce e gas, caldaia: tutte le agevolazioni a rischio con una nuova legislatura (GUIDA)

I Bonus 2018 per le famiglie potrebbero essere a rischio dopo le elezioni politiche 2018. Come riporta anche Il Sole 24 Ore in data odierna, infatti, la discontinuità di una nuova legislatura – che sia Movimento 5 Stelle o coalizione di centro-destra – potrebbe portare dei forti cambiamenti rispetto ai bonus stanziati dal Partito Democratico e dalla maggioranza nel corso degli ultimi anni.  Di seguito, una guida completa ed esaustiva per quanto concerne i principali Bonus 2018 che daranno sostegno e sussidio alle famiglie meno abbienti: dal Bonus Casa al Bonus Bebè, passando per il Bonus Mamma, Bonus Luce e Gas, Bonus Caldaia 2018 e tanto altro ancora.

Leggi anche: il calendario delle scadenze fiscali 2018

Bonus 2018: i link utili per tutte le agevolazioni fiscali

Di seguito, i link di approfondimento per saperne di più su tutti i bonus 2018:

Bonus 2018: le altre agevolazioni fiscali

A favore dell’Ente Nazionale per la protezione e l’assistenza dei Sordi (ENS) viene stanziato un milione di euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020. Viene incrementato di 250.000 euro il contributo annuo riconosciuto alla Sezione italiana dell’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità, a valere, a decorrere dal 2018, sul Fondo per far fronte ad esigenze indifferibili, come incrementato dal comma 624, art. 1, del ddl di bilancio in esame. Vengono stanziati, rispettivamente, un contributo straordinario di 2,5 milioni per il 2019 alla Federazione nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi finalizzato, ai sensi della legge n. 278/2005, alla realizzazione di un centro polifunzionale sperimentale di alta specializzazione per la ricerca volto all’integrazione sociale e scolastica dei ciechi con minorazioni plurime, e un contributo straordinario di 300.000 euro per il 2018 all’istituto nazionale di valutazione degli ausili e delle tecnologie al fine di realizzare idonee valutazioni dei dispositivi e dei ritrovati tecnologici destinati a ciechi e ipovedenti, con conseguente rilascio di “bollino di qualità”.

Bonus 2018, in arrivo i tagli? Ecco il parere de Il Sole 24 Ore

Come si legge nell’edizione online de Il Sole 24 Ore la ricetta per salvaguardare i Bonus 2018 sarebbe la seguente: “Mauro Marè, presidente della Commissione, ha recentemente ipotizzato sul Sole 24 Ore  tre possibili interventi per un riordino soft. Il primo: un taglio orizzontale sulle detrazioni, dal 19 al 17%, che garantirebbe 630 milioni circa in più l’anno, mentre si salirebbe a 1,5 miliardi se il taglio salisse dal 19 al 15 per cento. Il secondo: fissare un tetto agli sgravi, con un sistema di franchigie attentamente calibrato per garantire maggiori entrate fino a 1,2 miliardi. Ultima opzione: rendere decrescente il sistema delle detrazioni degli oneri fiscali individuati per garantire una maggiore progressività del sistema. Per esempio ponendo un limite massimo a 75mila euro si potrebbe garantire un altro miliardo e mezzo di maggior gettito.”

Luigi Di Maio fidanzata: chi è Giovanna Melodia, la nuova compagna del capo politico M5S (FOTO)

Scomparsa Maria Chindamo news: spunta il testamento del suocero defunto