di Stephanie Barone in , ,

Bonus Bebè 2017 Inps, novità: requisiti, a chi spetta, quando e come richiederlo


 

Bonus Bebè 2017 in arrivo: per i bambini nuovi nati dal 1° gennaio 2017 è infatti disponibile questa agevolazione fiscale alla famiglia. Ecco tutte le novità da sapere su requisiti, domanda, a chi spetta, quanto vale e come richiederlo.

bonus bebè 2017, bonus bebè 2017 novità, bonus bebè 2017 inps, bonus bebè 2017 requisiti, bonus bebè 2017 a chi spetta, bonus bebè 2017 domanda, bonus bebè 2017 a chi chiederlo,

Bonus Bebè 2017 Inps, novità: si parte dal 1° gennaio

Con il 1° gennaio del nuovo anno sono entrate in vigore tutte le nuove agevolazioni nonché quelle confermate e prorogate inserite della Legge di Bilancio a fine dicembre. Non solo detrazioni fiscali per la casa, ma anche agevolazioni per le famiglie e le coppie che avranno un figlio quest’anno. Per il 2017 infatti sono state introdotte diverse novità, tra le quali il Bonus Mamma Domani 2017, i Voucher Babysitter e i Buoni Nido ma soprattutto è stato confermato il Bonus Bebè 2017, ovvero un sussidio economico mensile per i genitori che hanno un figlio sotto i tre anni. Quali i cambiamenti apportati al Bonus con l’inizio del nuovo anno ma soprattutto come è possibile accedervi? Ecco quindi tutto quello che dovete sapere, dai requisiti alla domanda, a chi spetta, il valore e le modalità di erogazione del Bonus Bebè 2017.

=> Volete essere sempre aggiornati? Seguiteci sulla pagina Facebook URBAN DONNA!

Bonus Bebè 2017 Inps, novità: requisiti, a chi spetta, domanda e valore

Per prima cosa è fondamentale sapere che il Bonus Bebè 2017, a differenza delle altre agevolazioni economiche alla famiglia, è strettamente legato al valore del proprio Isee. L’assegno mensile vale infatti 80 euro per le famiglie con un Isee inferiore ai 25 mila euro e 160 euro per chi lo ha al di sotto dei 7 mila annui. Si tratta quindi di un incentivo pensato per le famiglie, non al di sotto della soglia di povertà (in quel caso c’è la carta SIA) ma che comunque faticano a far tornare i conti familiari con un bambino piccolo in casa. Il Bonus Bebè 2017 è infatti erogato direttamente dall’Inps alle famiglie che hanno i requisiti economici richiesti e che hanno almeno un figlio, nato dopo il 1° gennaio 2017.

L’erogazione dell’assegno continuerà fino al compimento del terzo anno di età del bambino (o al terzo anno dall’entrata in famiglia del minore in caso di adozione). Si ricorda che è fondamentale presentare la domanda direttamente all’Inps ed esclusivamente per via telematica, essendo già in possesso di tutti i documenti necessari (Isee, attestato di nascita del bambino ecc.). La richiesta deve essere inviata entro 90 giorni dall’entrata in famiglia del minore. Qui potete trovare tutte le informazioni utili sulla domanda, sull’erogazione dell’assegno mensile ma soprattutto come evitare di perdere mensilità che vi spettano del Bonus Bebè 2017.

=> Non perdetevi le novità: seguiteci sulla sezione Mamma di Urban Donna!

Bonus Bebè 2017 Inps, novità: chi può fare domanda

Alcune piccole novità sono state introdotte con dei chiarimenti arrivati direttamente dall’Inps relativamente a chi può fare domanda per il Bonus Bebè 2017. Fondamentale la residenza in Italia ma anche la convivenza con il figlio per il quale si richiede l’assegno; in caso di coppie separate quindi sarà il genitore convivente a dover fare domanda e a presentare l’Isee di riferimento. Infine l’Inps chiarisce sul proprio sito che “ai fini dell’assegno, ai cittadini italiani sono equiparati i cittadini stranieri aventi lo status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria”: un chiarimento che di fatto conferma che anche gli stranieri possono richiedere il Bonus Bebè 2017 se in possesso dei requisiti richiesti (qui i dettagli).

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook

Parliamo di...