di Antonio Paviglianiti in

Bonus Nido 2017 1000 euro INPS domande: oggi al via le richieste, tutte le info utili


 

Bonus Nido 2017 1000 euro Inps, come funziona? Ecco tutte le istruzioni per fare domanda a partire da oggi, lunedì 17 luglio 2017…

Bonus Nido 2017

Oggi, lunedì 17 luglio 2017, al via le domande per il Bonus Nido 2017.  Dopo il sussidio di 800 euro con il Bonus “Mamma domani” previsto a partire già dal settimo mese di gravidanza di bambini nati nel 2017,  l’Inps attiva  la procedura per il nuovo bonus alle famiglie di 1.000 euro da utilizzare per pagare l’asilo nido del bambino oppure come aiuto economico ai genitori di bambini con gravi patologie e che non possono frequentare l’asilo. Richiesta e domanda a partire da lunedì 17 luglio 2017.

Bonus Nido 2017 Inps: a chi è rivolto e come presentare domanda

A chi è rivolto il Bonus Nido 2017 dell’Inps? Sono coinvolti i bambini nati o adottati nel corso del 2016. È previsto il sostegno economico alla famiglia quando il bambino, assistito in casa e di età non superiore a tre anni, non è in grado di frequentare un asilo nido a causa di una grave patologia cronica, attestata dal pediatra. Sono escluse motivazioni di altro genere. Il bonus è liquidato ai genitori in unica soluzione.

Le domande possono essere presentate da oggi, lunedì 17 luglio, e fino al 31 dicembre. In caso di più figli, si presentano altrettante domande. Le modalità per le richieste sono ormai consuete:

  • sul sito dell’Inps (occorre un Pin dispositivo);
  • via telefono (803164 gratuito o 06.164164 a tariffa di rete);
  • altrimenti tramite un ente di patronato.

>>> Bonus Nido 2017: tutte le istruzioni <<<

Bonus Nido 2017 Inps: niente detrazione fiscale

Attenzione: con il Bonus Asilo Nido 2017 dell’Inps non si potrà avere diritto alla detrazione fiscale per la frequenza di un asilo nido. L’Inps provvederà a comunicare direttamente la scelta all’Agenzia delle Entrate. I 1.000 euro sono invece cumulabili con il vecchio voucher per una baby-sitter.

>>> Tutte le news con UrbanPost <<<

Bonus Nido 2017 come funziona

Come funziona il Bonus Nido 2017? Chi è interessato alle rette, per l’asilo pubblico oppure privato autorizzato, deve indicare le mensilità da coprire col bonus. Se la frequenza è già avvenuta (periodo gennaio-luglio 2017) occorre documentare il pagamento delle rette anteriori alla domanda e, in ogni caso, indicare se il bambino è già iscritto o sarà iscritto per il prossimo anno 2017/2018 a un nido pubblico o privato autorizzato. Da questo impegno nasce il diritto al bonus per l’intero anno, altrimenti vengono rimborsate le sole ricevute presentate.

Per i bambini che sono iscritti da settembre 2017, invece, deve essere allegata alla domanda un attestato di pagamento della prima rata; le rate successive saranno poi documentate mese per mese. Il bonus annuale è calcolato su 11 mensilità, quindi per non più di 90,91 euro mensili. All’interno di questo importo, l’Inps rimborsa solo la rata effettivamente sostenuta: qualora la rata sia maggiore dei 90 euro, non si tiene conto dell’eccedenza.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...