di Michele Iacovone in ,

Botulino nel cibo inviato dalla famiglia: due studenti in gravi condizioni a Perugia


 

Due studenti di 21 e 27 anni sono finiti all’ospedale in gravissime condizioni dopo aver consumato del cibo inviato dalla famiglia di uno dei due: gli alimenti erano stati contaminati dal botulino

Perugia, botulino nel cibo inviata dalla famiglia, due studendi in gravi condizioni

Due studenti universitari di Perugia, di 21 e 27 anni, originari di Lecce e Viterbo, sono finiti all’ospedale in gravissime condizioni dopo aver mangiato cibo contaminato da botulino. I due si trovano ricoverati all’ospedale di Santa Maria della Misericordia, uno dei due ragazzi avrebbe anche avuto un arresto cardiaco.

Il cibo contaminato da botulino era stato inviato loro da una delle due famiglie. Come ha reso noto l’azienda ospedaliera si tratta proprio di intossicazione, i risultati dei test ai quali i due ragazzi sono stati sottoposti hanno dato esito positivo. Dopo aver consumato alcuni alimenti, i due studenti hanno cominciato ad accusare malori durante la notte: forte nausea e dolori di stomaco i sintomi più aggressivi che li hanno spinti a chiamare i soccorsi.

I cibi non erano stati adeguatamente conservati e, una volta consumati, hanno comportato una grave intossicazione alimentare da botulino. Il tutto è successo, purtroppo, in una giornata non proprio facile: sette persone giunte in codice rosso e almeno una trentina di codici gialli. Il botulino è un batterio in grado di produrre una proteina neurotossica ed è forse la più pericolosa in cucina. Per questi motivi le conserve devono essere opportunamente trattate al fine di scongiurare gravi conseguenze che possono comportare anche il decesso.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...