in

«Bravo Fedez a lasciare J-Ax perché fa pubblicità alla marijuana legale»

«Bravo Fedez a lasciare J-AX perché fa pubblicità alla marijuana legale». E’ un fiume in piena Mario Adinolfi, leader del “Popolo della Famiglia”, nel commentare lo scioglimento della coppia Fedez-J-Ax, reduce da un enorme successo durante l’intero sodalizio artistico durato poco più di due anni. Adinolfi intervenendo a Radio Cusano Campus ha parlato anche dell’arrivo del figlio in casa Fedez-Ferragni, esclamando «Viva il matrimonio di Fedez e Chiara Ferragni, che è un matrimonio fecondo!», invitandoli poi a diventare portabandiera del suo movimento politico.

«Bravo Fedez a lasciare J-Ax perché fa pubblicità alla marijuana legale»

Adinolfi sull’addio artistico tra Fedez e J-Ax

«Fedez ha lasciato J Ax perché lui pubblicizza la marijuana legale?ha detto Adinolfi ai microfoni della radio romanaBravo Fedez! Viva i valori della famiglia, viva il matrimonio di Fedez e Chiara Ferragni, che è un matrimonio fecondo! Viva chi si oppone alla cultura dello sfascio, che non porta da nessuna parte. Quando il Popolo della Famiglia crescerà, Fedez verrà a cantare qualche canzone per noi, non si troverebbe male, magari al Circo Massimo un giorno. Mia figlia è una grande fan di Fedez, venendo a cantare da noi acchiapperebbe un’altra fetta di pubblico».

Adinolfi e i social dei figli

Riguardo al rapporto minori-social network Adinolfi ha detto: «Invito i genitori a controllare i social dei propri figli. Bisogna sempre verificare cosa fa un figlio adolescente, se guarda porno, con chi chatta, cosa scrive, cosa guarda. Cari genitori, state su internet e guardate la cronologia di ciò che fanno i vostri figli, bisogna comprendere dei processi che altrimenti scappano di mano. Basta con la logica del papà amico che guarda i porno con il figlio e si fa le canne insieme a lui. Se un papà ha gli attributi, non ha paura del conflitto. Meglio chiudere la stagione dei papà amiconi».

Leggi anche —> Casa Fedez-Ferragni a Milano: ecco dove vive la coppia

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Alessia Marcuzzi gossip news: “Ecco perché ho detto no ai Mondiali Russia 2018”

ultimi sondaggi politici 2018 governo conte

Ultimi sondaggi politici 2018, cosa pensano gli italiani del Governo Conte?