di Gianluca Sepe in , ,

Bray Wyatt WWE wrestling intervista esclusiva: “A Wrestlemania per vincere”


 

Bray Wyatt WWE wrestling intervista esclusiva al campione a pochi giorni dall’evento mondiale più atteso dell’anno che si terrà ad Orlando nella notte tra il 2 e il 3 aprile

E’ partito ufficialmente  il conto alla rovescia per WrestleMania 33, l’evento più atteso dell’anno per quanto riguarda gli show WWE: nella notte tra il 2 e il 3 aprile il ring di Orlando ospiterà le SuperStar che daranno vita agli incontri dell’edizione 2017 e tra queste ci sarà anche Bray Wyatt, mistico campione che dovrà difendere il titolo contro il suo ex adepto, Randy Orton. Ricordiamo che il New Face of the Fear aveva stupito tutti uscendo vincitore dall’Elimination Chamber, sconfiggendo lo scorso febbraio il più accreditato John Cena e laureandosi campione nell’individuale per la prima volta in carriera. Un personaggio senza dubbio atipico e dotato di una personalità a tutto tondo che va al di là della semplice schienata sul quadrato. Prima che Bray Wyatt si scateni sul ring, lo abbiamo intervistato in esclusiva, durante una round table con giornalisti internazionali, per parlare delle sue impressioni su WrestleMania 33, della sua carriera e di tanto altro.

CLICCA QUI PER LE ULTIME NOVITA’ DAL MONDO DEL WRESTLING

Bray Wyatt WWE intervista

L’8 luglio 2013 ha debuttato in WWE, il 2 aprile 2017 sarà sul ring per Wrestlemania come campione. Immaginava questo enorme successo?
“Ho sognato a lungo dentro di me di arrivare fin qui, ho sempre voluto questo fin da quando ho iniziato a combattere. Non mi aspettavo cosa avrebbe significato e come sarebbe stato ma ero certo che sarei arrivato fino a qui.”

Sul ring di WrestleMania ci sarà anche Luke Harper, come giudica la sua carriera fino a oggi?
“Luke Harper è una star e sarà una star anche sul ring di WrestleMania. Non potrà essere Universal Champions perché a detenere quel titolo sarò io ma sono certo che sarà ugualmente un grande campione con delle caratteristiche molto importanti.”

Nelle scorse settimane si è parlato di un suo turn face dopo WrestleMania, è vero?
“So che ci sono alcune persone che mi amano e altre che mi odiano. Ecco tutto, non mi interessa davvero quello che si dice. Quel che so è che salirò presto sul ring, del resto non mi importa molto.”

Guardando al passato, se dovesse scegliere un lottatore che ha fatto la storia, chi inserirebbe nel suo gruppo di seguaci?
“Credo che vorrei con me Andrè the Giant. La sua mole e la sua forza sarebbero senza dubbio determinanti e nessuno potrebbe tenerci testa con uno come lui nel nostro gruppo.”

Bray Wyatt WWE intervista

C’è un trend negativo per lei a Wrestlemania che va invertito. Pensa che questo sia l’anno buono?
“Non mi interessa davvero quello che è successo in passato. Salirò sul ring da campione e scenderò ancora come campione. Quel che è successo prima ormai va dimenticato, questa volta sono pronto e nessuno può fermarmi.”

In futuro cambierà gimmick?
“Io sono il gimmick, non c’è nessun altro. Sono me stesso e non posso controllare questo, non posso cambiarlo. Sono semplicemente io, ecco tutto.”

Analizzando la sua carriera, quali sono stati gli avversari più duri che ha ha affrontato sul ring?
“Ogni incontro è duro e differente a suo modo. Se dovessi fare dei nomi senza dubbio sceglierei tre nomi in particolare: Seth Rollins, Dean Ambrose e Aj Styles.

Foto credits: WWE Official

 

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanCalcio

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALI