in

Brescia madre 29enne scomparsa: ecco dove potrebbe trovarsi il cadavere

Brescia madre 29enne scomparsa news: è ancora mistero sulla triste sorte toccata a Suad Alloumi, la 29enne marocchina madre di due bambini quasi certamente uccisa dall’ex marito e fatta sparire chissà dove. Il suo corpo – trascinato dentro un sacco, dove forse il presunto killer aveva occultato la donna ancora agonizzante – non si trova. Per la Squadra Mobile e la Procura di Brescia che indagano è pressoché certo che la giovane madre sia stata assassinata. Madre di due bimbi di 9 e 3 anni, aveva in atto una burrascosa separazione dal marito suo connazionale, Abdelmjud El Buti, 50enne operaio e già arrestato. Secondo l’ipotesi degli inquirenti, la donna sarebbe stata uccisa la notte tra il 3 e il 4 giugno nella sua abitazione di via Milano. Le telecamere della zona hanno immortalato il marito in cortile mentre trascinava in auto un voluminoso borsone nero. Avviata una serie di accertamenti sulle scarpe da lavoro indossate quella notte dall’uomo, già in precedenza denunciato dalla moglie per maltrattamenti, e che dal carcere si professa innocente.

Leggi anche: Brescia madre scomparsa trascinata in sacco, testimone: “Si muoveva”

La speranza è che tracce di terra sulla suola delle calzature possano offrire una pista che porti al luogo in cui avrebbe occultato il cadavere della moglie. Sotto esame anche alcuni capelli rinvenuti sulla vecchia Mercedes di El Buti, immortalata dalle telecamere solo la mattina seguente al delitto a Seniga, dove il 50enne vive e lavora. Le celle telefoniche non possono dire niente su quelle ore poiché l’uomo prima di uscire ha lasciato il telefonino a casa, ulteriore elemento che porta la Procura a ritenere quello occorso un delitto premeditato e pianificato fin nei minimi dettagli.

In sostanza, per gli inquirenti quando l’uomo è uscito di casa in auto con il corpo della moglie sapeva bene dove andare, aveva già una meta prestabilita. Nel baule della vettura sarebbero stati rinvenuti alcuni capelli della donna. Secondo quanto trapela, l’ipotesi principale degli inquirenti è che l’uomo sia uscito allo svincolo di San Zeno e abbia nascosto il corpo di Souad Alloumi nella zona prima di tornare a casa attraverso vie  secondarie; la sua auto infatti sarebbe ricomparsa tre ore dopo a Pralbonino.

Rimini: cinque trombe d’aria in spiaggia in pochi minuti [VIDEO]

cercare lavoro con Facebook

Come cercare lavoro: in Italia il 35% dei candidati usa Facebook